Condividi su

A partire da settembre Borgomanero avrà un corso di laurea in Scienze della mediazione linguistica a indirizzo “Imprese e Made in Italy”. L’annuncio è stato dato a Villa Marazza nell’ambito del convegno sul tema del Made in Italy.

Il presidente del polo universitario Metis, Marco Claudio Colombo, polo a cui fà capo l’Istituto Universitario Salvo d’Acquisto di Borgomanero, ha illustrato l’importanza del Made in Italy per le aziende del territorio e del quadrante del Piemonte Nord Orientale.

“I dati Istat – nel dettaglio – sul comparto “Made in Italy” confermano il trend degli ultimi mesi, facendo segnare l’undicesimo progresso consecutivo a doppia cifra, con una crescita del 21,6% rispetto allo stesso mese del 2021 (che in valore assoluto significa quasi 10 miliardi in più).

In questa prospettiva – aggiunge – le sfide future passano inevitabilmente dalla necessità di garantire una solida formazione nei campi delle lingue e delle relazioni internazionali, nonché delle dinamiche legate al Made in Italy, attraverso una preparazione generale in ambito economico, giuridico, politico, sociale e storico che sia in grado di aprire le porte del mondo professionale alle nuove generazioni”.

L’articolo integrale sul corso di laurea sull’Informatore, accanto a notizie dal territorio sul nostro settimanale – nelle edizioni L’informatore, Il Monte Rosa, Il Sempione – in uscita in edicola venerdì 26 maggio e disponibile anche online,

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE

Le Bandiere Blu premiano le acque di novarese e Vco

Fabrizio Frattini

l'INFORMATORE

La Festa dei popoli a Borgomanero, per riflettere su chi ha fame e chi spreca cibo

Gianni Cometti

l'INFORMATORE

Il “ceppo” di corsa con le carriole attorno al campanile restaurato a Gozzano

Rocco Fornara

l'INFORMATORE

Nell’antica piazza della pieve di Cureggio il mercato della terra “Naturale!”

Gianni Cometti