Condividi su

Borgosesia si veste di rosa per sensibilizzare alla campagna LILT per la prevenzione del tumore al seno. «Come Vicesindaco donna – spiega Eleonora Guida – seguo con profonda convinzione le attività della Lilt e mi sono attivata per far sì che il Comune di Borgosesia sia a sua volta testimone dell’importanza della prevenzione».

Per tutto il mese di ottobre la fontana di Piazza Martiri sarà illuminata di rosa. inoltre tutte le donne che lavorano in Comune indosseranno un fiocchetto rosa. Il fiocco rosa può essere ritirato all’Ufficio Staff gratuitamente, oppure è possibile lasciare un’offerta che andrà direttamente alla LILT di Borgosesia, di cui è fiduciaria Rosanna Prosino.

Prosino coglie l’occasione per ricordare che la delegazione valsesiana mette a disposizione delle donne un’attività di prevenzione gratuita e continuativa: «Poiché i dati evidenziano che l’età di maggiore incidenza del tumore al seno è tra i 30 ed i 45 anni, offriamo a tutte le donne di quell’età la possibilità di uno screening radiologico gratuito. Basta prenotarsi presso di noi, chiamando i numeri di telefono delle delegate: 348 0989040 Antonietta; 348 3556434 Maria Rosa; 335 5834218 Rosanna e si potrà sottoporsi gratuitamente a mammografia presso il centro convenzionato con la LILT».

Questo articolo e altri approfondimenti li trovate sul nostro settimanale, in edicola ogni venerdì. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

Alcuni studenti dell'Alberghiero di Varallo durante l'evento.
il MONTE ROSA

Una “professione per viaggiare”: l’Alberghiero di Varallo che guarda il mondo

Redazione

bici montagna
il MONTE ROSA

Le Salite della leggenda in bici a Prato Sesia arrivano all’edizione numero 10

Redazione

L'Alpe Devero in inverno - roberto marinello, CC BY-SA 2.0 , via Wikimedia Commons
il MONTE ROSA

Alpe Devero: la ciaspolata e scialpinismo del Club Alpino di Borgosesia

Redazione

Immagine di jcomp su Freepik
il MONTE ROSA

Le borse di studio Aldo Pagani agli studenti dell’Ipsia Magni

Redazione