Condividi su

La Città di Domodossola si prepara a tingersi di giallo, colore simbolo del suo Carnevale: al via l’11 febbraio, con la polenta, le chiacchiere e la spensieratezza tipiche di questo periodo dell’anno. Il ricco programma, che fa concorrenza a quello di Villadossola, è stato presentato, nella Sala Consiliare del Municipio, dal Comitato “Pulenta e Sciriuii” e dal suo nuovo presidente, Roberto Ghignone, subentrato ad Alberto Polacchi. Ghignone era accompagnato dal vicepresidente del Comitato, Andrea Truscello, dal tesoriere Matteo Cervero, dal segretario Nando Poletti e dal componente Davide Dell’Aglio.

Il sindaco di Domodossola Lucio Pizzi ha fatto gli onori di casa e si è detto entusiasta di questa ripartenza: «Quest’anno abbiamo una nuova squadra: volti nuovi e altri già conosciuti del Carnevale. Intendiamo mantenere viva questa tradizione». Si comincia giovedì 9 febbraio con l’uscita in edicola del “Trusur”, giornalino satirico del Comitato, mentre sabato 11 alle ore 17 è in programma la sfilata per le vie del centro storico, seguita dalla consegna a Palazzo San Francesco delle chiavi della città al Togn e alla Cia. Ghignone ha ricordato che domenica 12 i membri dell’Associazione faranno visita ai Carnevali della Cappuccina, di Calice, di Villadossola e parteciperanno alla sfilata del Carnuà de Melèsk con la Corte di Mattarella. Sempre domenica, ma alle ore 18, in Collegiata sarà celebrata la Santa Messa in suffragio dei soci defunti.

L’articolo integrale sul settimanale in edicola da venerdì 3 febbraio 2023. I settimanali sono disponibili anche online

Condividi su

Leggi anche

Il santuario di Antillone - Francoerbi, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons
il POPOLO dell'OSSOLA

Domenica 23 giugno la processione walser da Salecchio all’Antillone

Mariagrazia Locatelli

Il Rifugio Maria Luisa (foto fornita dal Rifugio)
il POPOLO dell'OSSOLA

Un trekking in Val Formazza con i giovani della diocesi di Novara e di Milano

Sara Sturmhoevel