Condividi su

Nella sede del CST di Domodossola si è tenuta l’annuale assemblea dei Donatori Ossolani di Midollo Osseo (DOMO). Rinnovate le cariche sociali per il prossimo triennio: riconfermata come presidente Silvia Stelitano, vicepresidente Paolo Pirocchi, tesoriere Paolo Rossini e segretaria Marina Manera.

«L’attività della nostra Associazione è stata premiata nel 2022 da due nuovi donatori effettivi – spiega Stelitano – che hanno donato le cellule staminali in gennaio e settembre, portando così a 24 il numero dei donatori effettivi dal 1995 ad oggi». Ecco i dati al 31 dicembre 2022: 1853 donatori iscritti, 58 nuovi iscritti nel 2022 (22 uomini e 36 donne), archiviati al 2022: 1083; donatori effettivi D.O.M.O dal 1995 al 2022: 24 (17 uomini e 7 donne).

Come diventare donatori

La strada del donatore inizia con l’iscrizione al Registro dei Donatori di Midollo Osseo e Cellule staminali (IBMDR) e per questo i soci dell’Associazione ringraziano tutti i nuovi iscritti e tutte le mamme che donano il sangue cordonale per la speranza che danno ai pazienti in attesa di trapianto di midollo osseo e cellule staminali, andando ad aumentare il numero dei potenziali donatori compatibili. L’attività di sensibilizzazione nel 2022 è stata sostenuta dal progetto “Difficoltà Zero”, creato da Luca Costale e Andrea Lavalle, che hanno ideato brevi spot, simpatici e di impatto, sul significato della donazione.

Lo stop dovuto al Covid

«Nel 2022 siamo tornati anche a ritrovarci nei consigli in presenza – prosegue Stelitano – e ringraziamo i responsabili della sede del Cai e del Soccorso Alpino di Villadossola e il nostro collaboratore Renato Broggio per averci concesso l’utilizzo delle loro sale. L’attività associativa richiede anche molta formazione che viene erogata dai servizi che ci presta il CST; inoltre abbiamo contribuito, insieme con la famiglia del nostro ex consigliere e amico Paolo Velonà, in sua memoria, al finanziamento del progetto “Tutti in campo” per l’Oratorio San Domenico Savio di Villadossola, con l’interessamento della nostra collaboratrice Roberta Ambrosini».

L’Associazione si sostiene soprattutto con le oblazioni e Silvia Stelitano ringrazia tutti coloro che hanno donato delle somme a favore della D.O.M.O. Infine, gli ultimi mesi del 2022 sono stati dedicati all’organizzazione della rappresentazione teatrale “Johnny mio fratello”, tenutasi il mese scorso per sensibilizzare oltre 800 studenti delle scuole superiori ossolane.

Condividi su

Leggi anche

Diocesi
il SEMPIONE

Don Giuseppe Rossi, il ricordo del parroco martire e la gioia per la beatificazione

Redazione