Condividi su

Tornano, nel fine settimana del 14 e 15 ottobre, le Giornate Fai d’Autunno. Un appuntamento, quello del 2023, che raggiunge la sua dodicesima edizione e che consentirà, in tutta Italia, di conoscere, scoprire e riscoprire l’immenso patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese.

Ad animare e promuovere il fine settimana saranno i Gruppi Fai Giovani.

Nel Novarese sono molti i beni visitabili. Da Trecate a Oleggio, passando per Casalvolone e Casalbeltrame. In un viaggio tra acqua, riso e ricchezze architettoniche.

L’iniziativa è stata illustrata nella sala consiliare della Provincia da Matteo Caporusso, capo delegazione Fai Novara, dal resto del team Fai, da Marzia Vicenzi, consigliera provinciale con delega alla Cultura e dai rappresentanti dei Comuni interessati dalle due Giornate d’Autunno.

La Delegazione Fai di Novara aprirà sabato e domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 18, la pieve di San Pietro a Casalvolone e, a Casalbeltrame, nei medesimi orari, la cascina La Mondina e la galleria d’arte Materima. La prima è una chiesa romanica già citata nella bolla del 26 giugno 1133 di papa Innocenzo II al vescovo Litifredo di Novara. Ha murature esterne realizzate con ciottoli di fiume e frammenti di laterizi disposti a spina di pesce e legate da malta.

«La cascina – ha spiegato Caporusso – vede la produzione dei risi Carnaroli Gran Riserva e Artemide. La tenuta è di proprietà della famiglia Luigi e Carlo Guidobono Cavalchini». Materima è una galleria d’arte della scultura italiana del ‘900. «Si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto, strutturato in parti espositive interne e un giardino costellato di opere d’arte. Da quelle di Pomodoro a quelle di Marini, da Manzù a Delle Monache». Aperta anche, ma con ingresso riservato ai soci, la riserva naturale Palude di Casalbeltrame, dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 18 tanto sabato quanto domenica.

A Trecate, ingresso riservato agli iscritti, per Villa e Parco Cicogna (10-13 e 14,30-18 in entrambi i giorni). Per gli iscritti anche Casa Gagliardi, già Cazzamini a Oleggio. Si tratta di una casa nobiliare con un ampio cortile interno e giardino che scende verso l’antico corrente Guandra. In questo caso le visite saranno sabato e domenica dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 17.

A Oleggio, aperto a tutti, medesimo orario di Casa Gagliardi, sarà visitabile l’oratorio romanico di Maria Nascente del Gaggiolo. L’oratorio, dalla fondazione molto antica, sarebbe coevo alla monumentale basilica di San Michele.

Altri beni sono visitabili nella parte alta della provincia. Si può trovare l’elenco su fondoambiente.it.
Intanto, per l’Ottobre del Fai, a chi si iscriverà per la prima volta, tanto online quanto nei luoghi aperti per le giornate, sarà dedicata un’agevolazione di 10 euro in meno su ogni tipo di quota.

Questo articolo e altri approfondimenti li trovate sul nostro settimanale, in edicola venerdì 6 ottobre. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

Diocesi
l'AZIONE

Patto per governare le nuove tecnologie, entra nel vivo Passio 2024

Monica Curino

4,7 milioni di euro per lo sviluppo di 41 Comuni del Novarese
l'AZIONE

4,7 milioni di euro per 41 lo sviluppo di Comuni del Novarese

Marco Cito

Giustizia
l'AZIONE

Percorso sulla giustizia riparativa al via a Novara

Monica Curino