Condividi su

Due appuntamenti e una mostra per la Giornata della Memoria: così Tornaco e Nibbiola hanno ricordato le vittime della Shoah. Gli incontri sono stati realizzati  nello scorso fine settimana dalle amministrazioni locali con la collaborazione delle parrocchie di Nibbiola e di Tornaco e di associazioni del territorio. La mostra continuerà ancora per qualche giorno.  

A Tornaco il ricordo della Shoah 

Un pubblico attento e interessato nel pomeriggio di domenica 29 gennaio ha preso parte a Tornaco alla celebrazione della Giornata della Memoria, presenti anche  il sindaco di Tornaco Giovanni Caldarelli e il parroco don Gianfranco Regalli. 

La commemorazione della Shoah, organizzata dal Comune di Tornaco con la Biblioteca, e svoltasi nella palestra comunale, in questa edizione è stata proposta attraverso la proiezione di parti di film e la lettura di poesie. «Abbiamo videoproiettato spezzoni cinematografici tratti da “La vita è bella”, “Shindler’s list”, “Il pianista”, e da altre pellicole sul tema, e contributi di interviste a sopravvissuti ai campi di sterminio – spiega il presidente della Biblioteca comunale Christian Scinaldi – A tutti i presenti abbiamo poi fatto omaggio di un santino plastificato con stampata una poesia ricordo della shoah». 

A Nibbiola una serata musicale

A Nibbiola una serata semplice ma ricca di significato ha caratterizzato la celebrazione della Giornata della Memoria. 

Sabato 28 gennaio, a casa Bozzola Muttini, l’appuntamento organizzato insieme da Comune e Parrocchia di Nibbiola, con anche, per la parte musicale, l’Associazione culturale Ex Novo e il patrocinio della Provincia di Novara, è iniziato con un momento molto intenso introdotto dall’assessore Raffaella Mortarino e condotto da Michela Ghiorzi, “Lady Chef” specializzata in cucina della tradizione ebraica, sommelier dell’olio, sommelier del riso, idrosommelier, che vive tra Milano e Nibbiola alla cascina Montarsello. 

Inaugurata la mostra “Mi ricordo di te”

E’ stata presentata “Mi ricordo di te”, l’esposizione di immagini e testimonianze di cittadini di Nibbiola  «dedicata alla memoria di tre vittime politiche del nostro paese: Giuseppe Merlini, Costantino Codini e Luigi Ubezio», spiega la consigliere comunale Maria Cristina Rossari. Il momento è culminato con l’ascolto dell’audio dell’intervista a Rosa Merlini, figlia del deportato politico Giuseppe Merlini, una toccante testimonianza che è stata raccolta da Michela Ghiorzi e Laura Codini.  

La riflessione è proseguita con “Anna, una donna da ricordare”, spettacolo di musica e parole proposto da Bravagente Klesmer Folk Band con Silvia Rossi alla viola, Benedetta Bailardini al flauto, Chiara Pavan all’organetto, Marco Calzaducca alla chitarra, Alessandro Bellan al contrabbasso e Sara Ansaldi voce narrante.

La mostra, allestita nella Casa Bozzola Muttini,in via Matteotti 23, è visitabile su prenotazione sino al 5 febbraio.

Condividi su

Leggi anche

Sbarazzo torna a Novara
l'AZIONE

Nel week end torna a Novara “Lo Sbarazzo”

Marco Cito

Cassiopea
l'AZIONE

Cassiopea e Concentrici, associazioni di Novara, insieme per insegnare l’inclusione ai ragazzi

Monica Curino

l'AZIONE

L’affaire Tortora visto da Sebastiano Vassalli

Fabrizio Frattini

Scintille in Commissione per il pioppo abbattuto
l'AZIONE

L’abbattimento del pioppo di Pernate produce scintille in commissione

Luca Brigada