Condividi su

In occasione del Giorno della Memoria, per commemorare le vittime dell’Olocausto, sono state organizzate su tutto il territorio della diocesi di Novara numerose iniziative di riflessione, momenti culturali e spettacoli. Tutti gli appuntamenti sono stati presentati, paese per paese e città per città, sulle pagine del nostro giornale in edicola da venerdì 26 gennaio.

Tre iniziative a Novara

Doppio appuntamento, per la Giornata della Memoria 2024, promosso dall’Istituto Storico della Resistenza Piero Fornara. Due eventi che vedono l’Ente presieduto da Paolo Cattaneo collaborare con scuole e associazioni. Venerdì 26, alle 18, al teatro dell’Istituto San Lorenzo di viale Ferrucci, è attesa la proiezione del documentario “L’ultimo degli U-Boot e l’Angelo di Istanbul”, che ha per protagonista Angelo Roncalli, poi Papa Giovanni XXIII.

Il 29, poi, alle 21, a Spazio Nòva, con SerMais e Anpi, incontro “L’operazione Aliyah Bet Il campo A di Boffalora sopra Ticino 1945-1948”. Aliyah Bet era il nome in codice di un’operazione per la migrazione clandestina degli ebrei nel territorio di Israele. La relatrice, Elisabetta Bozzi, parlerà del periodo seguente alla seconda guerra mondiale, che riguardò i sopravvissuti alla Shoah, e del principale campo della penisola, quello di Boffalora Ticino nella Villa La Fagiana, nei boschi sulla sponda lombarda del fiume. In entrambi i casi, ingresso libero.

Trekking urbani sul tema della Memoria per gli studenti. E a marzo anche per la cittadinanza. È la novità 2024 della Giornata della Memoria, ricorrenza che ogni anno, il 27 gennaio, punta a commemorare le vittime della Shoah. A proporla il Comune con l’Ufficio scolastico provinciale, la Provincia, l’Agenzia turistica locale, l’Istituto storico della Resistenza, Anpi, SerMais e Comunità Ebraica Vercelli, Novara e Vco. I trekking, dal 29 gennaio al 6 marzo, saranno condotti da volontari e guide esperte e si rivolgeranno a scuole medie e superiori. Ogni percorso avrà la durata di due ore e proporrà, dopo una breve introduzione storica sul periodo 1920-1945, un approfondimento su quanto successo tra il 1938 e il 1945: persecuzioni, rappresaglie, deportazioni.

Omegna

Sabato 27 gennaio alle 17 in biblioteca, in occasione della Giornata internazionale della Memoria dell’Olocausto, la Biblioteca di Omegna e la locale sezione di Anpi propongono un incontro con il dottor Ettore Quadro per riflettere sul programma di soppressione di persone con disabilità mentali o affette da malattie genetiche inguaribili portato avanti dal nazismo.
Ettore Quadro psichiatra e psicoterapeuta è stato responsabile del dipartimento di salute mentale dell’ospedale di Borgomanero.

Pettenasco

In occasione della Giornata della Memoria l’Amministrazione comunale di Pettenasco e la biblioteca Civica con la collaborazione dell’associazione Pettenasco Nostra organizzano l’evento intitolato “Vogliamo vivere (To be or no to be)”. Si tratta di una commedia satirica di Ernest Lubitsch con Bruno Fornara. Si terrà il 27 gennaio alle 20.30 nel salone del nuovo Oratorio. L’ingresso è libero.

Gravellona Toce

Martedì 30 gennaio alla Biblioteca civica “F. Camona” di Gravellona Toce alle 20.45 verrà proiettato il film “La rosa bianca” di Sophie Scholl. Vi sarà una introduzione da parte di Michele Rizzi e di Federico Caniglia, della Società filosofica Italiana sezione del Vco. L’evento è organizzato dall’Amministrazione comunale nell’ambito delle celebrazioni del giorno della memoria.

Verbania

Domenica 28 gennaio, alle 16, nella cornice del Centro eventi Il Maggiore a Verbania, il pubblico sarà conquistato dalle note del Quartetto “Se.Go.Vi.O.”, acronimo che nasconde dentro di sé il talento di Salvatore Seminara (chitarra), Stefano Gori (Flauto), Paolo Vignani (Fisarmonica) e Gabriele Oglina (clarinetto). A loro è stato chiesto di accompagnare il pomeriggio verbanese con brani che possano coinvolgere e far riflettere in occasione della Giornata della memoria.

Pallanza

Sabato 27 gennaio, alle 18, a Palazzo Viani Dugnani a Pallanza, a margine della mostra “Memoria” l’artista Michele Dolz dialogherà sul suo libro “Il dio bambino” con il mergozzese Luigi Codemo, direttore della “Galleria d’arte sacra dei contemporanei” di Milano.

Fondotoce

Domenica 28 giugno, alle 17, alla Casa della Resistenza a Fondotoce, in occasione della Giornata della Memoria, è proposto il concerto-spettacolo “Dance me to the end of love”, un omaggio a Leonard Cohen. Ad esibirsi sono Federico Sirianni (voce, chitarra, pianoforte), Cristina Meschia (voce), Veronica Perego (contrabbasso).

Gli articoli di presentazione delle iniziative e altre notizie dalla Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 26 gennaio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra a qui

Condividi su

Leggi anche

Diocesi
l'AZIONE

Patto per governare le nuove tecnologie, entra nel vivo Passio 2024

Monica Curino

4,7 milioni di euro per lo sviluppo di 41 Comuni del Novarese
l'AZIONE

4,7 milioni di euro per 41 lo sviluppo di Comuni del Novarese

Marco Cito

Giustizia
l'AZIONE

Percorso sulla giustizia riparativa al via a Novara

Monica Curino