Condividi su

Il 25 aprile è stato celebrato come da tradizione al cimitero di Bovagliano di Grignasco. Il corteo, però, è partito da lontano, dal cippo della Carpo e da Isella, dove la sezione locale dell’ANPI e le altre associazioni presenti hanno commemorato la memoria dei caduti con omaggi floreali.

A Bovalgiano, invece, sono intervenuti il sindaco Katia Bui e il presidente del Comitato Tricolore Andrea Baron. Nei loro interventi, entrambi hanno sottolineato l’importanza di questo giorno, invitando al ricordo e ad una riflessione su quanto importanti siano i valori per cui si è lottato all’epoca.

La mattinata è proseguita con gli interventi delle classi terze delle scuole medie di Grignasco. All’inizio, alcuni ragazzi e ragazze hanno letto delle loro riflessioni sulla giornata del 25 aprile, raccontando anche storie di partigiani che hanno combattuto o hanno collaborato con la Resistenza.

Successivamente, tutti gli alunni hanno suonato e cantato “C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones”.

La giornata si è poi conclusa con l’orazione del dottor Enrico Bianchi, collaboratore dell'”Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea”.

Altre notizie dal territorio sul nostro settimanale, nelle edizioni disponibili nella zona centrale della diocesi di Novara – L’Informatore di Borgomanero, il Monte Rosa, il Sempione – in edicola il venerdì e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

il MONTE ROSA

Venti anni di EuroPassione a Romagnano da festeggiare progettando il futuro

Redazione

donna stop violenza
il MONTE ROSA

“Ricomincio da qui”, quinto anno del centro antiviolenza di Borgosesia

Redazione

il MONTE ROSA

Il presidente nazionale Croce Rossa tocca con mano la forza dei volontari a Varallo

Redazione