Condividi su

«E’ una “festa” amara quella di oggi, accendiamo infatti la candelina sulla torta per un anno di chiusura del Cavalcavia 25 Aprile di Novara».

Il Pd novarese ha “celebrato” così con una torta, ad un anno esatto di distanza (9 ottobre 2022-9 ottobre 2023), la mancata riapertura del Cavalcavia.

«Vi ricordate la ‘scommessa’ fatta con il sindaco sul fatto che il Cavalcavia non avrebbe riaperto entro la fine di settembre? Bene, siamo al 9 ottobre e ancora non ha riaperto. Ovviamente non siamo contenti ma purtroppo abbiamo avuto ragione. Quando si fanno lavori pubblici e se non si hanno certezze è meglio non dare date – ha detto il capogruppo Nicola Fonzo – Avevamo chiesto di avviare prima i lavori sul Terdoppio che non aveva impedimenti diversi ma non siamo stati ascoltati e che i loro tempi erano programmati per bene. Ora la situazione da quanto apprendiamo sembra non dare buone segnali anche per quel ponte a causa dei carichi maggiori».

«Rimane poi la questione cavalcavia porta Milano per il quale stiamo pagando con incrementi di spesa per i ritardi ulteriori. Questo è sinonimo dell’incapacità della giunta Canelli».

«Non è una “festa” a sorpresa, ce lo aspettavamo e dire di aver ragione non è una cosa positiva in questo caso ma avremmo proprio preferito avere torto» ha aggiunto Cinzia Spilinga.

«Quando lo scorso anno l’assessore Zoccali parlò di apertura a maggio in commissione lo fece quasi certamente in modo ingenuo e fiducioso forse perchè non conosceva bene i tempi ma ci si sarebbe dovuti aspettare il sequestro. Da questo problema non indifferente si poteva uscire tutti meglio, innanzitutto con delle alternative migliori in fatto di viabilità – ha detto Milù Allegra – La città è paralizzata con la gente che parte un’ora prima».

«Non è una festa ma una provocazione essere arrivati con la torta, era evidente che i tempi tecnici non permettevano un’apertura più veloce. Abbiamo chiesto a chi abita qui vicino e ci dicono che sono circa due settimane che non lavorano. E a colpo d’occhio il lavoro da fare non sembra così di poco conto. Ci lascia perplessi l’insufficienza dell’amministrazione. Oltretutto abbiamo notizie allarmanti per il ponte del Terdoppio, la situazione sta degenerando. Qui manca la strategia, non hanno una visione e vanno a tentativi. Ricordiamoci anche che avremo ancora una chiusura di sei mesi per il Porta Milano».

Intanto, le ultime notizie, danno per probabile riapertura (almeno a senso unico) il mese di novembre.

Condividi su

Leggi anche

Diocesi
l'AZIONE

Patto per governare le nuove tecnologie, entra nel vivo Passio 2024

Monica Curino

4,7 milioni di euro per lo sviluppo di 41 Comuni del Novarese
l'AZIONE

4,7 milioni di euro per 41 lo sviluppo di Comuni del Novarese

Marco Cito

Giustizia
l'AZIONE

Percorso sulla giustizia riparativa al via a Novara

Monica Curino