Condividi su

«Un segno di gratitudine. Per tre miei stretti collaboratori. Ma che vuole essere un grazie per tutti coloro che in questi anni del mio ministero a Novara mi hanno affiancato e aiutato». Il vescovo Franco Giulio Brambilla ha spiegato così le motivazioni della consegna – durante l’assemblea diocesana di avvio dell’anno pastorale – di un’importante onoroficenza della Santa Sede al vicario generale don Fausto Cossalter, all’economo Emanuele Erbetta e al suo predecessore don Renzo Cozzi.

Don Cossalter e don Cozzi sono stati nominati Cappellani onorari di sua Santità, mentre Erbetta Cavaliere di San Gregorio Magno.

«Dopo 16 anni di episcopato (il 23 settembre è l’anniversario della sua ordinazione ndr.) e dopo oltre dieci anni a Novara ho sentito il bisogno di fare questo gesto», ha detto il vescovo, che poi ha scherzato: «quando sono arrivato in questa diocesi sapevo a malapena che era ai piedi di bellissime montagne. Ma ho trovato tante persone che mi hanno accompagnato e sostenuto, come don Fausto, don Renzo ed Emanuele. A loro, ma anche a tutti, voi ripeto il mio grande grazie».

Condividi su

Leggi anche

Diocesi

Sport, divertimento e fraternità per gli oratori della diocesi a Intra

Sara Sturmhoevel

cattedrale novara
Diocesi

Beatificazione di don Giuseppe Rossi, il grazie della Diocesi ai volontari

Andrea Gilardoni

Diocesi

Dall’8 settembre alla liberazione, l’Ossola nella bufera della guerra

Redazione

Marco Canali
Diocesi

Don Giuseppe Rossi, esempio per i presbiteri di oggi

Redazione