Condividi su

I lavori al parcheggio della Guandra potrebbero terminare il prossimo mese di marzo. C’è di mezzo ancora il condizionale, sempre d’obbligo in questi casi, a quattro anni di distanza dal cedimento dell’asfalto in seguito alla rottura di una condotta sotterranea. Era il 2019 e da allora, nonostante una serie di interventi per completare la manutenzione, ben poco è cambiato. Oggi i lavori sono affidati alla S2 Costruzioni, l’azienda che a luglio del 2022 s’è aggiudicata l’appalto per la riparazione del collettore fognario che scorre dodici metri sotto terra. Nei giorni scorsi Daniele Barbone, amministratore delegato di Acqua Vco, ha fatto il punto di una situazione che in tutti questi mesi ha generato più di un disagio insieme ad altrettanti scontri tra amministrazione comunale e opposizioni. “Con l’azienda siamo stati chiari – spiega Barbone – serve una netta accelerazione ai lavori. In caso contrario saremo costretti a estrometterla».

La relazione di Barbone ha convinto giunta e sindaco. «Siamo d’accordo e allineati – conclude Baldassini – e confidiamo in altri investimenti sul problema delle perdite».

Ben diverso il parere delle opposizioni in consiglio comunale. “Pur comprendendo le difficoltà di questo tipo di lavoro – dicono gli esponenti di Oleggio Grande – non possiamo che sottolineare quanto tempo si sia perso e quanto poco si sia stati capaci di intervenire per fare pressione, sollecitare e arrivare a una conclusione dei lavori. Toccherà aspettare fino a marzo per sapere se si sarà trattato di una nuova falsa partenza. Intanto il cantiere è deserto”.

L’articolo integrale sul nostro settimanale in edicola venerdì 24 novembre con gli approfondimenti e altre notizie dal territorio. Il settimanale nelle edizioni Il Cittadino Oleggese, Il Ricreo, L’Azione e L’Eco di Galliate può leggere abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui

Condividi su

Leggi anche

il CITTADINO OLEGGESE

Lavori su strade, scuole e ciclo pedonabili, Oleggio pronta a cambiare volto

Flavio Bosetti