Condividi su

È percorribile il sottopasso fra le vie Arona e Fratelli Maioni (zona ex foro boario), una delle opere cittadine più rilevanti degli ultimi cinquant’anni. Permette di evitare le fermate ai passaggi a livello delle stesse vie Fratelli Maioni e Arona. Il primo è già stato definitivamente chiuso; l’altro lo sarà fra qualche settimana.

I primi mezzi a transitare al momento dell’inaugurazione, il 1° marzo 2023 (l’inaugurazione del sottopasso era stata annunciata alcune settimane fa), sono state le 500 del Fiat Club Italia di Novara di colori, rosso e blu, i colori della città di Borgomanero, due moto Galloni che qui venivano fabbricate, e auto d’epoca, di colore bianco, rosso e verde, dell’associazione I Miserabili.

L’intervento di realizzazione del sottopasso è opera di Rete ferroviaria italiana (Rfi). I lavori della ditta Notari di Acqui Terme. Il costo di assegnazione, di quest’opera e dell’altro sottopasso più a nord fra via Pennaglia e via Verdi, percorribile da un anno, di 8 milioni di euro.

Il sottopasso è quasi tutto in trincea – allo scoperto – salvo il punto sotto le linee ferroviarie Novara-Domodossola e Santhià-Arona (che è sospesa, ma non soppressa). È lungo 400 metri, una profondità di 7 e a lato vi è una corsia ciclopedonale protetta. Vi sono pompe idrauliche che entreranno automaticamente in funzione in caso di allagamenti.

Rotatorie ai due ingressi, in quello di via Fratelli Maioni è stato messo un torchio per uva, simbolo del territorio.

L’articolo integrale e le foto dell’evento sul nostro settimanale in edicola da venerdì 3 marzo e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

Carla Biscuola
l'INFORMATORE

A Gozzano Carla Biscuola sindaco, con Tucciariello e Zucchetti

Redazione

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 19 giugno 2024

Luca Crocco

l'INFORMATORE

Liceali volontari con gli anziani dell’Opera Pia Curti di Borgomanero

Gianni Cometti