Condividi su

Tanti bambini, ragazzi e animatori. La ‘carica dei cento’, forse addirittura qualcuno in più, ha partecipato al Campo estivo che ha segnato la conclusione dei centri estivi della Parrocchia di Oleggio. Con ultima destinazione Valledrane, in provincia di Brescia.

“Con momenti molto belli e importanti, di divertimento, ma soprattutto di confronto e di preghiera, di riflessione e di crescita – spiega don Massimo Maggiora – abbiamo affrontato la vita del patriarca Giuseppe, guardando un film e facendo attività di approfondimento e di preghiera”. Un ‘sì’ convinto anche da parte di tutti i ragazzi. “Per me il campus estivo è un appuntamento fisso – spiega l’animatrice Giulia Ghiani – avevo nove anni la prima volta e ora che sono cresciuta l’apprezzo ancora di più. Grazie a queste giornate si creare un legame forte con chi quella giornata la condividi. Una bellissima esperienza anche quest’anno, io avevo il gruppo di terza media e prima superiore. Con i ragazzi e le ragazze abbiamo proseguito attività di riflessione e attività anche personali”.

Qual è l’aspetto maggiormente positivo del campo estivo? “Il fatto che tanti ragazzi ‘si aprono’ con noi, si raccontano e a volte chiedono anche qualche consiglio. Il campo è un momento di crescita per i bambini perché certamente trasmettiamo loro qualcosa, ma anche per noi grandi che abbiamo sempre da imparare”. “È stata un’esperienza interessante – prosegue Sara Bertolotti – che ci ha permesso di lavorare bene e di divertirci con i bambini e i ragazzi; dopo un mese di centro estivo, penso che il campo scuola abbia ancor più saldato il rapporto tra animatori e ragazzi. Le attività, le passeggiate e i giochi hanno reso l’atmosfera quasi magica. A partire dal film ‘Giuseppe, il re dei sogni’, un classico da cui abbiamo preso spunto per le attività e che è piaciuto molto sia ai più piccoli che ai più grandi. E poi sono uscite tante riflessioni interessanti che arricchiscono il nostro bagaglio. Ho partecipato a quattro campi scuola da ‘animata’ e due da animatrice. Non ho dubbi a definirle un’esperienze molto arricchenti”.

“Aspettavo il campo scuola di Valledrane da un anno – conclude Jacopo Apicella – e il bilancio di questa esperienza è molto positivo. Ho conosciuto nuove persone che non avevano partecipato all’estate ragazzi e ritrovato quelle che avevo lasciato una settimana prima, lavorando con tutti loro come un vero e proprio gruppo. Già, s’è creato un grande gruppo e un ‘circolo virtuoso’ molto costruttivo che ci ha permesso di fortificare i legami che già avevamo in precedenza e di crearne di nuovi. Anche i più piccoli sono stati coinvolti e hanno risposto in maniera molto positiva. Insomma la conclusione più idonea dell’estate ragazzi più numerosa di sempre, che è servita a sondare il terreno per le attività di gruppo vere e proprie che riprenderanno in oratorio a partire da ottobre”.

L’articolo integrale sul nostro settimanale in edicola venerdì 4 agosto con gli approfondimenti e altre notizie dal territorio. Il settimanale nelle edizioni Il Cittadino Oleggese, Il Ricreo, L’Azione e L’Eco di Galliate può leggere abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui

Condividi su

Leggi anche

il CITTADINO OLEGGESE

All’incontro di Confartigianato a Oleggio solo due candidati sindaco su tre

Flavio Bosetti