Condividi su

La prima automobile targata Novara, una Panhard Et Levassor Dog Cart del 1895, è esposta alla Sala Borsa da questo venerdì 26 a domenica 28 maggio dalle 14 alle 18 a ingresso libero.

La vettura, che rappresenta un vero primato del motorismo italiano, ricevette nel 1905 la prima targa riferita alla Provincia di Novara, la 41-1.

L’auto arriva a Novara per la seconda volta, la prima fu in occasione dei cento anni (nel 2005) della targatura della automobile “pionera”. Il suo arrivo in città grazie alla richiesta dell’Automobile Club Novara al Comune di Domodossola (dove si trova la vettura) attraverso i Musei Civici Gian Giacomo Galletti, in particolare nella persona del Conservatore Federico Troletti.

A supportare l’iniziativa la Regione Piemonte, l’Atl Terre Alto Piemonte e il Comune con la collaborazione del Club Panhard, con sede a Novara che ha a sua volta, sempre in questo week end, organizzato il raduno internazionale Panhard Et Levassor.

Il Mauto Museo Nazionale dell’automobile di Torino con il suo Conservatore, Davide Lorenzone, ha indicato tutte le istruzioni tecniche perchè il viaggio dell’auto da Domodossola possa avvenire in sicurezza.

«Si tratta di un cimelio, un bene culturale che oltre a rappresentare la prima targa della Provincia di Novara, a livello Nazionale rappresenta una delle prime auto immatricolate – ha detto il direttore dell’Automobile Club Novara Paolo Pinto – Un grande grazie va al dottor Troletti che ha aderito alla richiesta».

L’automobile (mai restaurata e dunque del tutto originale) è stata la prima (velocità massima 40 chilometri orari) che ha attraversato il Sempione, il primo proprietario fu Pietro Mellerio (della famiglia della gioielleria più antica al mondo). 

Alla presentazione dell’evento presenti anche Giuseppe e Claudio Sassi e Peppino Leonetti: «Trasformare Novara in una città dei motori è un grande sogno. Avere in città la Panhard è un vanto».

Maria Rosa Fagnoni dell’Atl sottolinea la «duplice collaborazione sia per l’arrivo dell’auto che del raduno internazionale che può essere un grande volano per il turismo novarese con tutto il suo indotto».

Dodo Brustia, presidente del Consiglio Comunale di Novara spiega come sia «un onore averla nel salone Borsa, siamo certi sarà una grande attrazione». 

Leggi altre notizie dal Novarese sul nostro settimanale in edicola il venerdì o in digitale, abbonandoti o acquistando il numero che ti interessa a partire da qui

Condividi su

Leggi anche

Schoolimpiadi
l'AZIONE

Schoolimpiadi 2024: a Novara tutto pronto per le finalissime

Monica Curino

l'AZIONE

Azzurra Hockey Novara ha incontrato il vescovo

Fabrizio Frattini

Patentini
l'AZIONE

Patentini per un corretto uso dello smartphone: 3.382 consegnati a Novara

Monica Curino

Cavalcavia 25 Aprile richiude
l'AZIONE

Novara: il Cavalcavia XXV Aprile da lunedì 20 torna a senso unico

Marco Cito