Condividi su

Domenica 14 aprile è il giorno del 38esimo anniversario della scomparsa dalla scena terrena della venerabile Daniela Zanetta, nata a Santo Stefano di Borgomanero il 15 dicembre 1962, poi residente a Maggiora e morta nel 1986 in seguito a una rara malattia, l’epidermolisi bollosa distrofica. Il Comitato per la Beatificazione e Canonizzazione di Daniela Zanetta promuove per questa data due importanti momenti:

Alle 10,15, al cimitero di Maggiora dove Daniela è sepolta, ritrovo davanti alla sua tomba per un momento di preghiera e per letture dai suoi scritti;

Alle 11,15, nella chiesa parrocchiale di Maggiora sarà celebrata la messa a suffragio della giovane di cui la Congregazione per le Cause dei santi, nel 2017, ha riconosciuto le virtù eroiche.

Entrambi i momenti sono aperti a tutti, in particolare a quanti hanno conosciuto Daniela personalmente o attraverso i suoi scritti e a coloro che in questi anni si sono rivolti a lei, per chiedere la sua intercessione per ottenere grazie particolari.

Chiara Bonetti, presidente del Comitato, precisa che «sin da subito, ma anche e soprattutto in questi ultimi anni, giungono a Lucia, la madre di Daniela, o ai contatti del nostro Comitato, attestazioni di grazie chieste e ricevute, testimonianze particolarmente toccanti di come, nel silenzio dei cuori, la ‘nostra’ Danielina operi conversioni, guarigioni del corpo e dei cuori. Già dal 2021 abbiamo raccolto in viva voce i ricordi e il vissuto di chi l’ha conosciuta sia a scuola, sia in parrocchia, sia con le Gen del Movimento dei Focolari». Testimonianze che si possono ascoltare sul sito e sulla pagina Facebook .

«Ora vorremmo – continua Chiara Bonetti – poter far altrettanto con chi si è sentito ‘toccato’ in modo particolare, attraverso la meditazione e la preghiera, dalla forza spirituale della ‘venerabile’. Per questo lanciamo un appello: chiunque abbia ricevuto una grazia per intercessione di Daniela, può contattarci e scriverci agli indirizzi sopra citati. In attesa di un miracolo che possa dare slancio alla Causa di beatificazione, tali attestazioni sono quanto mai preziose».

«Di recente – aggiunge Lucia Villa Zanetta – mi è arrivata dal Nuovo Continente una lettera, piena di affetto e gratitudine, per quanto Daniela ha operato nel cuore della persona che ha scritto e che ha conservato di lei un fervido ricordo. Capita sovente anche di trovare biglietti con richiesta di intercessioni o con un ringraziamento presso la sua tomba, mentre continua incessante la visita da parte di singoli o di gruppi di preghiera o di giovani degli oratori alla sua cameretta, dove si respira aria di Cielo, perché lì, ogni venerdì, negli ultimi anni, Daniela era solita stare in adorazione per tre ore davanti al Santissimo».

Il Comitato prosegue nella sua opera di diffusione della figura e dell’esperienza della “venerabile” con pubblicazioni come “Inno alla vita”, (il libro illustrato pensato per i più giovani ed edito dalla Velar) e attraverso i suoi scritti, raccolti nel libro “I segreti del cuore”, edito da Città Nuova.

Articolo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 12 aprile. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra a qui.

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE

Lido di Gozzano, dalle acque senza pesci alla bandiera blu

Rocco Fornara

l'INFORMATORE

Per far conoscere servizi e diritti Anffas propone un BonS.A.I.

Gianni Cometti

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 28 maggio 2024

Luca Crocco

l'INFORMATORE

Le Bandiere Blu premiano le acque di novarese e Vco

Fabrizio Frattini