Condividi su

Per tutta la durata dei festeggiamenti della festa patronale, l’oratorio di San Marco in Borgomanero ospita una mostra d’arte. Le collezioni che compaiono sono di pittura ad acquarello, acrilico, matita, altre tecniche particolari, fotografie e sculture. Tra le tante, sono esposte opere di Aldo Cerutti, Pierangelo Vicario, Ezio Cerutti, Roberto Cerutti, Ernesto Bossi, Rebecca Bombelli, Chiara Ciceri, Cristian Calabrò, Giuseppe Cerutti. Inoltre, si può vedere la proiezione di un filmato che riprende momenti salienti della comunità della parrocchia di più di 40 anni fa. Infatti, il tema di questa festa patronale è “Come eravamo”, richiamando il passato per confrontarlo con il presente. Ed è proprio con questo criterio che sono state esposte le opere d’arte nella “Sala Zanetta” dell’oratorio.

Chiara Ciceri, una giovane artista della frazione di Santa Cristina, si racconta attraverso le sue opere. “Ho portato dei quadri ad acrilico, con uno stile preso dai fumetti. Illustrazioni, soggetti originali e scene ispirate da film e serie pop che ho fatto nel corso degli anni. Ci sono sia cose che ho fatto durante il liceo artistico, che lavori del primo anno, ancora in corso, dell’accademia”.

Chiara frequenta l’ACME, accademia di belle arti di Novara. “Mi sento più evoluta nel mio approccio dal liceo, ma credo che nei prossimi due anni tutto ciò maturerà ancora di più. E poi diciamo che, nella maggior parte dei casi, uso soggetti un po’ dark e fumettosi, mi ispirano molto. Poi devo dire che questa mostra è anche un’occasione per trovare altri confronti. Ad esempio, mi hanno ispirato molto gli acquarelli di Pierangelo Vicario, con i quadri dei cavalli e quello del paesaggio innevato”.

La mostra è a ingresso libero e sarà possibile visitarla fino al 25 aprile.

Questo ed altri articoli sul territorio in edicola dal 28 aprile oppure online.

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE

Le Bandiere Blu premiano le acque di novarese e Vco

Fabrizio Frattini

l'INFORMATORE

La Festa dei popoli a Borgomanero, per riflettere su chi ha fame e chi spreca cibo

Gianni Cometti

l'INFORMATORE

Il “ceppo” di corsa con le carriole attorno al campanile restaurato a Gozzano

Rocco Fornara

l'INFORMATORE

Nell’antica piazza della pieve di Cureggio il mercato della terra “Naturale!”

Gianni Cometti