Condividi su

Omegna avrà il museo del Casalingo interattivo. La notizia arriva dalla Fondazione Parco, luogo che accoglierà la nuova realtà museale.

Il museo, come spiega la Fondazione, sarà fondato su un’esperienza multisensoriale. I visitatori potranno manipolare oggetti in 3D, ascoltare rumori, entrare in spazi di realtà virtuale e addirittura ascoltare profumi.

L’obbiettivo è quello di riportare “a casa” una tradizione, quella del casalingo, di cui Omegna è patria ed origine. Da qui gli oggetti creati da aziende come Bialetti, Lagostina e Alessi hanno conquistato l’Italia e poi il mondo finendo nei musei di tutto il mondo e qui torneranno.

Il museo sarà “impaginato” dallo scrittore e giornalista Matteo Severgnini. Le installazioni digitali saranno di Aurora Meccanica, lo stesso gruppo di esperti che ha lavorato al museo Gianni Rodari.

L’articolo integrale sul nostro giornale in edicola venerdì 7 luglio e disponibile anche online, nelle edizioni L’Informatore del Cusio, Il Verbano, Il Popolo dell’Ossola.

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE del CUSIO

Feste patronali nel Cusio, Gesù ci invita a “rimanere nel suo amore”

Don Gianmario Lanfranchini