Condividi su

Dieci nuovi posti di terapia intensiva, otto di terapia semi intensiva e un Pronto Soccorso di Novara ampliato e di fatto raddoppiato con nuove sale oltre a quella dedicata ai parenti dei pazienti. Sarà pronto per fine dell’estate il “nuovo” Pronto soccorso mentre sono praticamente ultimati i posti di terapia semi intensiva. Il cantiere interessa l’area antistante l’attuale ingresso del Pronto Soccorso, la cui superficie verrà “avanzata” fino all’altezza dell’edicola.


«Il primo grande vantaggio sono le postazioni nuove di terapia intensiva e semi intensiva – spiega il direttore generale dell’Ospedale Gianfranco Zulian – Una ultimazione resa possibile con i cosiddetti fondi Arcuri e che permette di ampliare e rendere piu fruibile il vecchio Pronto Soccorso».


Si tratta di quasi 600 metri quadri «che rendono più “umane” le cure all’interno. Dà anche la possibilità di allestire una sala d’aspetto utilizzata dagli accompagnatori che attualmente non c’è. Questo è sempre stata fonte di grande preoccuppazione per avere notizie dei propri cari. Sarà una sala adeguata e tecnologica che permette anche di seguire il cammino del parente all’interno della struttura. Ci saranno diverse sale in più e saranno ampie per evitare gli affollamenti e questo ottimizza i percorsi».
Il vecchio Pronto Soccorso era del 1973 e per questo «era necessario rendere più vivibile la struttura».

L’articolo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 1 marzo. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

Triestina-Novara 2 a 2
l'AZIONE

Novara a Trieste beffato al 93′: finisce 2 a 2

Marco Cito

Nuovo ospedale di Novara, ultima chiamata
l'AZIONE

Novara: ultima chiamata per il nuovo ospedale

Marco Cito

Ponte sul Terdoppio riaperto a Novara
l'AZIONE

Riaperto il ponte sul Terdoppio a Novara

Marco Cito

Aprile
l'AZIONE

Novara: dagli archivi dell’Anpi le storie di partigiani novaresi

Monica Curino