Condividi su

Clamoroso a Trieste. Il Novara praticamente ad un passo dalla salvezza diretta si vede raggiungere al 93′ con grande rammarico dai padroni di casa.

Ennesima beffa anche se ne l’occasione del gol del pareggio di Vertainen, l’azione sembra nata da un affossamento di Boccia nell’area piccola ma l’arbitro lascia proseguire convalidando il gol con i giocatori azzurri che si lamentano con giusta ragione.

Una beffa nella beffa considerando l’ennesima rimonta subita nei minuti di recupero come era anche capitato con la stessa Triestina all’andata.

E pensare che il Novara aveva iniziato bene l’incontro riuscendo a contenere le sfuriate iniziali della Triestina, tornata al “Nereo Rocco” dopo mesi di assenza per i lavori, e trovando il gol del vantaggio con Urso. Dopo il pareggio dei padroni di casa, nella ripresa il primo gol in maglia azzurra di Ongaro stava facendo sognare i tifosi novaresi fino al recupero.

Novara che ora per sperare nella salvezza diretta, dovrà battere nello scontro diretto il Fiorenzuola e sperare in una non vittoria di Pergolettese e Pro Sesto.

Condividi su

Leggi anche

Grest
l'AZIONE

Grest: prima settimana conclusa a Novara. Le proposte degli oratori

Monica Curino

Diocesi
l'AZIONE

Don Agliati e don Formisano coadiutori alla Madonna Pellegrina e a Galliate

Andrea Gilardoni

l'AZIONE

Dal 22 giugno tornano gli Streetgames a Novara

Marco Cito

Chiesa
l'AZIONE

Visita alla chiesa dell’ex ospedale psichiatrico a Novara

Monica Curino