Condividi su

Il Novara pensa al primo tassello per la prossima stagione, ovvero quello del direttore sportivo che dovrà di fatto rifondare la squadra. Il 30 giugno scadrà il contratto dell’attuale ds Marcello Pitino che non sarà rinnovato. Con lui non ci sarà più la figura di Franco Ceravolo che dietro le quinte ha svolto una sorta di “consulente”.

Due le ipotesi che prendono maggiormente piede.

La prima è quella di Simone Di Battista, ex direttore sportivo del Borgosesia attuale responsabile scouting della Cremonese in serie A. 

Sembra lui in vantaggio tanto che il presidente Massimo Ferranti avrebbe già sondato il terreno.

Di Battista conosce bene il territorio e potrebbe essere l’uomo giusto per un mercato orientato sui giovani considerando anche il ridimensionamento economico annunciato a più riprese dal presidente Massimo Ferranti (a meno di un ingresso di nuovi soci che però al momento non c’è).

Un altro nome è quello di un clamoroso ritorno, ovvero quello di Giuseppe Di Bari, direttore sportivo che ha costruito il primo Novara dell’era Ferranti e che in pochi giorni ha messo insieme la squadra che ha dominato lo scorso campionato di serie D.

Se in un primo momento il suo accostamento sembrava in vantaggio, nelle ultime ore c’è stato il sorpasso di Di Battista.

Leggi altre notizie dal Novarese sul nostro settimanale in edicola il venerdì o in digitale, abbonandoti o acquistando il numero che ti interessa a partire da qui

Condividi su

Leggi anche

l'AZIONE

Azzurra Hockey Novara ha incontrato il vescovo

Fabrizio Frattini

Patentini
l'AZIONE

Patentini per un corretto uso dello smartphone: 3.382 consegnati a Novara

Monica Curino

Cavalcavia 25 Aprile richiude
l'AZIONE

Novara: il Cavalcavia XXV Aprile da lunedì 20 torna a senso unico

Marco Cito

Suor Carla
l'AZIONE

Il grazie di Novara a suor Carla Miloni dell’Ambulatorio di Pronta Accoglienza

Monica Curino