Condividi su

Torna il Novara Dance Experience, il festival della danza, che porta in città i più grandi nomi della danza e permette ai giovani talenti di accedere a formazione e opportunità di contratti lavorativi all’interno di importanti accademie, compagnie e teatri italiani. L’evento, nato nel 2018, tornerà con la sua sesta edizione, dal 31 maggio al 7 giugno al Teatro Coccia di Novara e nei luoghi più rappresentativi della città, realizzato in collaborazione con il Comune di Novara, in coproduzione con Fondazione Teatro Coccia e a favore di LILT Odv.

La presentazione, mercoledì mattina 24 aprile, nei locali del Teatro. Il format si conferma quello di successo delle passate edizioni con importanti novità che permettono un maggiore coinvolgimento della città, nell’ottica di diffondere l’arte coreutica e l’eccellenza della proposta dell’ideatore e direttore artistico Francesco Borelli, già danzatore e oggi direttore del magazine online Dance Hall News.

“Novara Dance Experience è sempre più un festival della danza – spiega Borelli – che vuole trasmettere l’amore profondo e il rispetto per quest’arte sublime in un susseguirsi di momenti di bellezza e di eccellenza. Anche chi non conosce la tecnica o chi non danza o non frequenta gli spettacoli, con questa proposta può cogliere il valore della danza e innamorarsene. Siamo alla sesta edizione, con otto giorni di eventi in città  e nuove importanti relazioni e collaborazioni con la Scuola di Ballo dell’Opera di Parigi, con l’English National Ballet School, con l’Accademia di Monaco di Baviera, la Joffrey Ballet School e l’Alvin Ailey di New York. Connessioni che spero si consolidino nei prossimi anni e portino a Novara nuovi nomi di straordinari interpreti e maestri. In questi anni abbiamo lavorato, io e i miei insostituibili collaboratori, per rendere Novara la capitale della Danza e vorremmo continuare a crescere, portando le grandi Compagnie e attirando pubblico da tutto il mondo. Speriamo di poter  ottenere, sempre più, l’appoggio delle Istituzioni e far conoscere Novara a livello internazionale come tappa imprescindibile per chi ha trasformato la danza in vita”.

“Sono felice di poter anche in questa Stagione inserire il Novara Dance Experience all’interno del programma del Teatro Coccia – commenta la direttrice Corinne Baroni –  La competenza e la passione di Francesco Borelli nei confronti della danza si confermano una garanzia di qualità, condizione necessaria e indispensabile per qualsiasi appuntamento nel cartellone del nostro Teatro. Per questo con Francesco è nata e prosegue anche la bella collaborazione nella rubrica Mille e una Danza e anche la fondamentale consulenza per le scelte di programmazione di Danza all’interno delle Stagioni del Teatro. Auguro al Novara Dance Experience 2024 il successo meritato come nelle precedenti edizioni e sarò felice anche quest’anno di godere di tanta bellezza frutto di studio, disciplina e rigore, sul nostro palcoscenico, nel corso dei concorsi, delle masterclass, ma soprattutto nel Gala conclusivo che porta nomi di assoluto prestigio internazionale”.

L’assessore alla Cultura del Comune, Luca Piantanida: Cresce Novara Dance Experience e cresce grazie all’impegno e alla passione di Francesco Borelli che ha sempre fortemente creduto in questo progetto, sottoponendolo all’amministrazione e trovando subito terreno fertile per sostenere i sogni di tanti artisti, ragazzi e ragazze. Non solo: con NDE, Novara è diventata capitale della danza grazie anche alle forti collaborazioni instaurate dall’eccellente organizzazione con le migliori scuole di ballo di Parigi, di Londra e di New York. Un evento che accogliamo con grande attesa e che quest’anno proporrà anche tante iniziative per coinvolgere la nostra città”.

“Ancora insieme a declinare la prevenzione  a passo di danza – aggiunge Giuseppina Gambaro, presidente Lilt Novara Onlus – La Danza è arte, cultura, attività fisica, impegno, costanza e stile di vita. E’ uno  sport  completo per il corpo e per la mente che apporta benefici per la salute mentale, fisica ecognitiva. Grazie al direttore artistico Francesco Borelli che unendo l’arte alla solidarietà è sempre al fianco di Lilt Novara”.

“Siamo felici, fieri e orgogliosi  di essere accanto a Novara Dance Experience fin dalla sua ideazione – conclude Anna Ida Russo,  managing director Trasgo – abbiamo subito creduto in questo progetto che  merita di essere supportato perché cresce a ogni edizione, portando bellezza in città, ed è reale il bisogno di bellezza. Non solo, NDE fornisce opportunità di studio, crescita e lavoro per coloro che diventeranno professionisti. La danza è una delle arti in cui si è identificata l’Italia e auspichiamo che questi ballerini possano continuare a portare lustro al nostro Paese.

Altri articoli e altre notizie da tutti i territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 26 aprile. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra a qui.

Condividi su

Leggi anche

Grest
l'AZIONE

Grest: prima settimana conclusa a Novara. Le proposte degli oratori

Monica Curino

Diocesi
l'AZIONE

Don Agliati e don Formisano coadiutori alla Madonna Pellegrina e a Galliate

Andrea Gilardoni

l'AZIONE

Dal 22 giugno tornano gli Streetgames a Novara

Marco Cito

Chiesa
l'AZIONE

Visita alla chiesa dell’ex ospedale psichiatrico a Novara

Monica Curino