Condividi su

Da Cannobio a Novara, sino alla Valsesia: sono diverse le nuove nomine che riguardano i sacerdoti diocesani, annunciate nelle parrocchie interessate al termine delle messe festive e prefestive di questo fine settimana.

Don Finocchio parroco alla Sacra Famiglia. Il cammino insieme delle parrocchie di Novara Sud

Don Emilio Grazioli lascia per motivi di salute l’incarico di parroco della Sacra Famiglia in Novara, continuando a rimanere nella parrocchia in supporto al nuovo parroco don Franco Finocchio, già parroco della vicina Sant’Eustachio al Torrion Quartara, incarico che continuerà a mantenere. «Don Emilio – scrive il vescovo nella sua lettera alla parrocchia -, che da trentotto anni, con passione e dedizione guida il cammino della comunità della Sacra Famiglia, mi ha nell’ultimo anno più volte chiesto, a causa delle difficoltà di salute, di essere sollevato dalla responsabilità giuridica della parrocchia. Non posso non accogliere questo suo desiderio».

Adesso don Franco lavorerà in stretta collaborazione con don Alberto Agnesina, parroco di San Francesco alla Rizzottaglia: «Grazie all’irrinunciabile aiuto dei tanti laici impegnati – spiega il vescovo – e grazie alla preziosa presenza dei sacerdoti guanelliani della comunità Samuel e del diacono don Sergio Manzella, don Franco e don Alberto coordineranno gli interventi pastorali nella zona sud della città di Novara, valorizzando le competenze di ognuno in uno spirito di comunione e di corresponsabilità».

A Garbagna Novarese e Nibbiola nuovo parroco don Gentile

Passaggio di testimone anche nella Bassa Novarese, con don Salvatore Gentile, oggi parroco di Boccioleto, Rossa e Rimasco in Valle Alto Sermenza (Valsesia), sostituirà don Diego Lauretta. «Don Salvatore – scrive il vescovo – è novarese, ha cinquant’anni, e ha già una ricca esperienza di parroco; prima della Valsesia è stato parroco a Pogno e viene molto volentieri nelle vostre comunità». Alle comunità di Garbagna e Nibbiola scrive, ringraziando don Diego, come il parroco uscente «si sia inserito molto bene nella vita delle vostre due parrocchie, lavorando con grande entusiasmo e dedizione pastorale. Ora però lui stesso, pur molto dispiaciuto, mi ha chiesto di poter continuare il suo ministero in un’altra realtà più vicina al suo paese di origine dove vivono i genitori che necessitano di una sua vicinanza e presenza più costante».

A Cannero e Trarego Viggiona parroco don Lauretta

Don Lauretta assume la responsabilità delle parrocchie di Cannero Riviera e di Trarego Viggiona sul lago Maggiore. Nella prima sostituisce don Aldo Bertona, che lascia l’incarico per raggiunti limiti di età, pur rimanendo disponibile a vivere il ministero come collaboratore dove le molteplici necessità della diocesi lo chiederanno; nella seconda sostituisce don Pierino Lietta, che manterrà l’incarico di parroco di Oggebbio.

Don Cosotti lascia l’oratorio di Trecate, sarà parroco in Val Sermenza

A Boccioleto, Rossa e Rimasco, don Salvatore Gentile sarà sostituito da don Alessandro Cosotti, che lascia l’incarico di vicario parrocchiale a Trecate, dove si occupava in modo particolare della pastorale giovanile.

Don Alessandro, da molti anni impegnato accanto ai giovani, ora è chiamato ad una nuova fase della sua vita ministeriale. A Trecate, per il momento, non sarà sostituito da un nuovo coadiutore. «Il calo delle vocazioni – spiega il vicario generale mons. Fausto Cossalter scrivendo al parroco don Ettore Maddalena – e il conseguente ridursi del numero di presbiteri in diocesi, non ci consentono al momento di poter destinare un sacerdote che possa sostituirlo. L’oratorio di san Giuseppe è una realtà importante per la vostra città, che per tante generazioni è stato uno spazio di crescita nella fede e di maturazione umana, divenendo un luogo dove la comunità cristiana ha saputo mettersi al servizio delle famiglie e delle nuove generazioni. Grazie al lavoro di don Alessandro e dei sacerdoti che lo hanno preceduto, oggi a questa realtà collaborano tanti laici che hanno cuore il futuro dei giovani.  A loro va la riconoscenza per quanto fanno ogni giorno e l’invito accorato a proseguire con un impegno ancora maggiore su questa strada, nel segno della comunione e della corresponsabilità, lavorando fianco a fianco con te e con i sacerdoti della parrocchia don Dino, don Massimo e don Tommaso». 

I nuovi incarichi per i vicari parrocchiali

Insieme ai nuovi incarichi per i parroci, nel fine settimana sono state annunciate nuove nomine anche per alcuni vicari parrocchiali.

Don Alessandro Clementi lascia le parrocchie di Cannobio, Traffiume e della Valle Cannobina. Si sposterà nella Bassa Valsesia affiancando don Manuel Spadaccini, parroco delle parrocchie di Carpignano Sesia, Fara Novarese, Briona, Mandello Vitta e Sillavengo. Il lavoro pastorale di don Alessandro sarà continuato da don Matteo Balzano che già da un anno risiede in parrocchia e che diventa ora ufficialmente vicario parrocchiale.

Ad Arona e Mercurago, don Samuele Pizzolato lascia l’incarico di vicario parrocchiale. Prima di assumere un nuovo incarico pastorale, prenderà un tempo di riposo, di studio e di ricerca spirituale. Don Pizzolato per ora non sarà sostituito da un altro sacerdote destinato alla cura dei giovani in oratorio. «Avete però – scrive il vicario generale alla comunità – la fortuna di avere un gruppo nutrito di animatori e di famiglie che con passione, amore e competenza, insieme alle Sorelle Francescane del Vangelo, si impegnano ogni giorno per l’oratorio, affiancando nel loro cammino di crescita i ragazzi. A loro adesso è chiesto di proseguire su questa strada nel segno della corresponsabilità, perché l’oratorio san Giorgio di Mercurago e san Carlo continuino ad essere la casa di tutti i giovani di Arona».

Condividi su

Leggi anche

l'AZIONE

Un’aiuola fiorita targata Anffas e Alberto Mongrandi a Novara all’edicola Varnava

Monica Curino

Terapia intensiva
l'AZIONE

Terapia intensiva neonatale a Novara: un nuovo macchinario grazie al libro sul piccolo Valentino

Monica Curino

Il Novara si salva vincendo 2 a 1 con il Fiorenzuola e resta in serie C
l'AZIONE

Novara FC: almeno sei acquisti per puntare in alto

Marco Cito

Vassalli
l'AZIONE

Vassalli: alla scoperta del giardino segreto dello scrittore novarese

Monica Curino