Condividi su

Dai banchi dell’Omar alla cattedra della Rodari e di altre scuole oleggesi: il progetto di Peer Robot porta gli alunni dell’Iti Omar di Oleggio a diventare tutor del Laboratorio di Robotica Educativa.

I primi appuntamenti alla primaria Rodari e alla secondaria Verjus hanno portato entusiasmo e voglia di proseguire nel progetto.

“La robotica è una scienza che si sta sviluppando sempre più velocemente, in Italia e nel mondo, palesandosi come un settore molto promettente per il futuro – spiega Germano Zurlo, insegnante responsabile del progetto – le competenze in questo particolare mercato, sono sempre più richieste e le percentuali di aziende che necessitano di figure formate in tal senso, sono in crescita esponenziale. Per questi motivi è sempre più importante iniziare l’apprendimento della robotica il prima possibile, anche durante le scuole elementari, medie e superiori con un corso di robotica educativa. A tal proposito, la robotica educativa è essenziale per la formazione dei ragazzi che un domani potranno operare in questo mercato in modo competitivo, e sapranno rispondere, alle esigenze del settore in crescita, con più facilità”.

Si tratta di un metodo di insegnamento di robotica, che permette di imparare tramite la realizzazione di un robot educativo, partendo da zero, attraverso la sua programmazione e il suo sviluppo, passando da tutte le fasi del processo.

Articolo completo sul giornale in edicola da venerdì 7 aprile sul giornale cartaceo in edicola o online.

Condividi su

Leggi anche

il CITTADINO OLEGGESE

Chiara e Marco vincono il concorso fotografico sugli abiti da sposa del primo ‘900

Flavio Bosetti