Condividi su

È stato presentato il bando di gara del Premio letterario internazionale città di Arona. Per questa edizione numero 26 c’è una novità: a organizzarlo, infatti, è il Circolo Culturale Aronese che nasce da quello che ha sempre organizzato il premio, ovvero il Circolo Culturale Omodei Zorini. Dopo 25 anni dalla scomparsa di Gian Vincenzo Omodei Zorini, si è deciso che era il momento di un cambiamento per improntare la nuova associazione verso un futuro che rafforza il legame con Arona. Quindi, nel pieno rispetto con la famiglia, il premio non sarà più dedicato al compianto medico aronese.

Il “Premio letterario internazionale Città di Arona” quest’anno è riservato completamente alla poesia edita ed inedita, ed è, in qualche modo, dedicato anche alla consigliera Monica Zanon appassionata poetessa. Questo bando coinvolge anche la vicina Svizzera con i suoi autori oltre agli immancabili poeti italiani. Le poesie e gli editi dovranno pervenire al Circolo entro il 30 aprile 2024. Le sezioni sono due:
inedito riservato ai giovani dai 18 ai 25 anni compiuti nel 2024 e ai poeti dai 26 anni in poi, sia italiani che svizzeri, edito per i soli autori italiani. Il regolamento completo è pubblicato sul nuovo sito curato da Simona Lovecchio www.premioletterarioarona.com.

Nel corso di questi 26 anni sono passati grandi nomi della letteratura e del giornalismo d’Italia, uomini e donne che hanno lasciato una impronta indelebile nella cultura del Belpaese. Alcuni non ci sono più, altri invece hanno ancora un rapporto stretto con la città di Arona.

Come non ricordare, per esempio, l’aronese Ettore Mo, grande giornalista e inviato di guerra, e poi Paolo Mieli e Marcello Sorgi. Sono stati ospiti di Arona anche Giovanna Botteri, Toni Capuozzo, Ferruccio De Bortoli, Anna Lavatelli e Sebastiano Vassalli, Sergio Zavoli, Inge Feltrinelli, Arrigo Levi, Sergio Romano, Enzo Bettiza, Fulco Pratesi, Gianni Minà, Natalia Aspesi, Marco Tarquinio, Alessandro Barbero e Furio Colombo, Ugo Nespolo, Corrado Augias, Beppe Severgnini, Gianfranco Quaglia e Giorgio Calabrese, Licia Colò e Alessandro Antonino, Domenico Quirico, Amalia Ercoli Finzi.

L’articolo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 1° marzo. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

ferrovia treno
il SEMPIONE

I disagi per la soppressione dei treni riguardano Domodossola, Arona e Briga Novarese

Franco Filipetto

Il municipio di Arona - Foto Emanuele Sandon
il SEMPIONE

Arona verso le elezioni, programmi e liste di Gusmeroli, Monti e Ubertini

Franco Filipetto