Condividi su

Lunedì 11 marzo presso la sede dell’Est Sesia, l’associazione “Strada del riso piemontese di qualità” ha presentato l’iniziativa “Riso a scuola dal sapere al sapore” , un progetto di divulgazione sul riso del territorio nelle scuole vercellesi, arrivato ora a coinvolgere anche quelle della provincia di Novara.
Scopo del progetto è quello di avvicinare la popolazione alla cultura del riso, partendo dai bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado, attraverso, attività ludiche, artistiche e interattive, per promuovere il riso Piemontese di Qualità e il riso di Baraggia Biellese e Vercellese DOP. Massimo Piloni, Presidente “Strada del riso piemontese di qualità” presenta così l’iniziativa: “Parlare del riso nel nostro territorio è molto importante specie per raccontare la nostra realtà e questo progetto è il volano perfetto per far conoscere la nostra realtà territoriale ai nostri ragazzi tra cui magari un domani potrebbero esserci i futuri imprenditori agricoli”

Per la parte didattica rivolta a scolaresche di scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado ci saranno degli incontri tenuti da Giulia Maretti, guida turistica e del riso che li presenta così: “Sono contenta e orgogliosa di seguire questo progetto che mi permette di entrare in contatto con i bambini e i ragazzi che sono molto ricettivi e aperti nel conoscere e scoprire il mondo del riso e un grazie anche ai docenti che negli ultimi anni stanno cercando di far conoscere di più la geografia del nostro territorio…”.
Durante le lezioni sono previsti alcuni interventi incentrati sul racconto della risaia e sull’uso sapiente dell’acqua nelle varie fasi di coltivazione, con l’ausilio di un video realizzato per spiegare il ciclo virtuoso che lega la sommersione primaverile delle risaie con l’equilibrio dell’ecosistema. Il racconto sulla trasformazione in riseria sarà intervallato da semplici esercizi sensoriali del riso per “piccoli sommelier”, come il riconoscimento dei colori in base al tipo di varietà e di lavorazione.

Gli studenti delle scuole secondarie impareranno a riconoscere la qualità del riso attraverso un’esercitazione che prevede l’impiego di una tavola per il riconoscimento dei difetti del riso; un metodo semplice che potrà poi essere applicato anche a casa con l’ausilio di un piatto bianco e un piatto nero.
Per aderire al progetto gli istituti scolastici possono prenotare le lezioni alla “Strada del Riso Piemontese di Qualità” tramite l’indirizzo mail [email protected].

L’articolo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 22 marzo. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

l'AZIONE

Patto educativo della città di Novara, un incontro per genitori sabato 20 aprile

Redazione

Pescio
l'AZIONE

Mauro Pescio, autore di “Io ero il milanese”, incontra gli studenti della media Bellini a Novara

Monica Curino

Immagine di frimufilms su Freepik
l'AZIONE

Al cinema a Novara, il programma dal 16 al 24 aprile

Redazione

Paniscia
l'AZIONE

Paniscia contro panissa a Novara: vince la solidarietà

Monica Curino