Condividi su

Al Sacro Monte di Varallo Sesia si è svolto il 13 maggio l’evento finale del progetto didattico “Sacri Monti in Musica”, finanziato su fondi per i siti Unesco e finalizzato alla realizzazione di opere musicali ispirate alla bellezza artistica e paesaggistica dei nove Sacri Monti.

L’evento, organizzato dall’Ente di gestione dei Sacri Monti con il liceo Musicale “Piero Gobetti” di Omegna come istituto capofila, ha visto il coinvolgimento di 200 tra studenti e docenti di dieci licei musicali di Piemonte e Lombardia.

Al mattino si è svolto un workshop con il maestro Alberto Veggiotti e l’esecuzione di due composizioni corali, non semplici, ispirate dal contesto dei Sacri Monti: la prima dedicata a Maria Vergine del M° valsesiano Carlo Fassò (1821-1894), riproposta in versione con orchestra d’archi, organo e coro con voci miste nonché seconda esecuzione assoluta a distanza di 120 anni proprio nel Sacro Monte di Varallo, come allora.

 La seconda composizione, in omaggio a Francesco d’Assisi, il santo a cui è dedicato il Sacro Monte di Orta, portava la firma del Maestro Alberto Sala, organista durante il workshop.

Nel pomeriggio si è svolta una vera e propria maratona musicale dove sono stati proposti anche alcuni brani elaborati dagli studenti dei licei musicali ispirati al patrimonio dei Sacri Monti e selezionati da una giuria di esperti. La giornata si è conclusa con la premiazione ufficiale del concorso di composizione “Suoni dai Sacri Monti”: sul podio cinque licei musicali e una ventina di studenti.

Presenti, tra gli altri, gli assessori del comune di Varallo Enrica Poletti e Roberta Bonazzi, la presidente dell’Ente di Gestione dei Sacri Monti, Francesca Giordano, la dirigente del Liceo Piero Gobetti di Omegna, Barbara Bienati.”Agli insegnanti e agli insegnanti- ha detto Bienati- rivolgo i miei più vivi ringraziamenti e complimenti, con l’auspicio che questa iniziativa possa diventare un appuntamento fisso anche per i prossimi anni.”

Articoli del nostro territorio sul nostro settimanale in edicola in uscita ogni venerdì o anche online.

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE del CUSIO

Feste patronali nel Cusio, Gesù ci invita a “rimanere nel suo amore”

Don Gianmario Lanfranchini