Condividi su

Una promozione che arriva direttamente dalle pagine di uno dei quotidiani più conosciuti al mondo. Il 12 ottobre scorso il con le foto di Andrea Wyner. “A pilgrimage in the heart of the Italian Alps” (Un pellegrinaggio nel cuore delle Alpi italiane) è il titolo del servizio firmato da Anna Momigliano che racconta la visita di alcuni siti, tra cui quello di Varallo. «Il Sacro Monte di Varallo, il più antico e forse il più conosciuto dei complessi – si legge – è stato il primo del mio itinerario».

Anna Momigliano si sofferma su qualche cenno storico e sulla descrizione del percorso. «Il più grande orgoglio di Varallo – scrive la giornalista – “la nostra Cappella Sistina”, mi ha detto un guardiaparco locale, è la trentottesima cappella, conosciuta come la Crocifissione, e caratterizzata da più di 80 sculture realistiche di Ferrari e della sua scuola. All’interno, una scultura di Gesù morente è circondata da una miriade di figure, tra cui Maria in lutto, soldati romani che giocano a dadi e un cane». E aggiunge: «Ho girovagato per la cappella, accompagnata da Rita Regis, una guardiaparco che mi aveva aperto. Sono rimasta ipnotizzata dalla travolgente ricchezza dell’insieme, che mi ha fatto sentire parte della scena».

L’elogio del New York Times è solo una delle attività di comunicazione che nelle ultime settimane ha interessato i nostri Sacri Monti e i cammini che li connettono, a inizio ottobre, infatti, si è svolto un press tour di tre giorni dedicato a giornalisti di testate nazionali che si occupano di viaggi, turismo ed enogastronomia inserito nel progetto “Le vie dei Sacri Monti”. Il 7 ottobre, invece, a Orta il corso di Formazione dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte “Comunicare i Sacri Monti: un patrimonio da riscoprire nel ventennale del riconoscimento Unesco” ha portato 40 giornalisti del Piemonte e della Lombardia a Orta, includendo anche una visita guidata per far conoscere davvero anche ai giornalisti locali l’enorme patrimonio che hanno a due passi da casa e che spesso non hanno mai apprezzato nel dettaglio.

«Le attività di comunicazione e il rapporto con i giornali locali è fondamentale per rafforzare sempre più il rapporto tra i Sacri Monti e le comunità territoriali – spiega la presidente dell’Ente, Francesca Giordano – Il contatto con il New York Times, ad esempio, è nato quasi per caso, la giornalista aveva letto un articolo sulla stampa locale e ha chiesto di poter raccontare l’unicità dei Sacri Monti anche oltre oceano».

A fine settembre, inoltre, l’Ente di Gestione ha partecipato al WTE, il World Tourism Event dedicato al turismo nei siti Patrimonio Mondiale in cui sono state presentate le nuove prospettive del cosiddetto turismo slow, in cui i Sacri Monti stanno giocando un ruolo sempre più da protagonisti integrando arte, spiritualità e natura.

Questo articolo e altri approfondimenti li trovate sul nostro settimanale, in edicola venerdì 20 ottobre. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui

Condividi su

Leggi anche

valsesia
il MONTE ROSA

Gioco di squadra per finanziare i progetti di sviluppo territoriale

Redazione

cartello stop
il MONTE ROSA

La strada provinciale a Grignasco non chiude, sospesa l’ordinanza

Redazione

Luisa Arienta primo posto powerlifting 2024
il MONTE ROSA

Luisa Arienta svetta sul cielo d’Europa ai campionati di Powerlifting a Malaga

Claudio Andrea Klun

Ceneri Quaresima
il MONTE ROSA

La Quaresima in Valsesia: gli appuntamenti a Quarona e Borgosesia

Redazione