Condividi su

Le “Salite della leggenda”, manifestazione organizzata dall’Ucd (Unione ciclistica dilettantistica) Pratese, sono diventate ormai un appuntamento fisso per molti appassionati di ciclismo.
L’iniziativa, molto apprezzata da molti ciclisti, permette di scoprire numerose salite con diverse difficoltà in Valsesia e Valsessera, che si possono affrontare con qualsiasi tipo di bicicletta (da corsa, MTB, E-bike, Gravel) e in un periodo che va da marzo ad ottobre. E quest’anno raggiunge un importante traguardo: la decima edizione, sicuramente destinata ad entrare nel cuore di tutti gli appassionati delle due ruote con una serata indimenticabile.

Oggi, venerdì 1° marzo alle 21, nel salone del Centro incontro “Carlo Polo” di Prato Sesia, andrà in scena la premiazione dei ciclisti che hanno portato a termine dieci tra le quindici salite selezionate nel 2023 e la presentazione della nuova edizione 2024. A suggellare questo momento, saranno due ospiti d’eccezione: il grande ciclista piemontese, Franco Balmamion, capace di vincere due edizioni consecutive del Giro d’Italia, e lo scrittore ed esperto di ciclismo, nonché collezionista di bici d’epoca, Paolo Ghiggio.

Oltre ad essere una grande serata di festa per il ciclismo, saranno presentato il progetto “CrescinBici”, un viaggio di solidarietà e sostenibilità nelle scuole dell’infanzia della Valsesia in cui la Ucd Pratese si impegna per la promozione del ciclismo e per un futuro sostenibile. Numerose sono state le associazioni di volontariato sostenute negli anni passati dai proventi delle “Salite della leggenda” e da altre iniziative di solidarietà organizzate dalla Ucd Pratese: proprio per questo impegno nel sociale, nel 2021 il Sermig di Torino (partner sociale del 104° Giro d’Italia) aveva scelto la società di ciclismo pratese come portabandiera della pace in occasione dell’arrivo di tappa nella nostra Mera.

L’articolo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 1° febbraio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

il MONTE ROSA

Le donne valsesiane che la storia non può dimenticare

Lorenzo Del Boca

il MONTE ROSA

Dopo 50 anni Cravagliana è tornata la statua del Santo

Lorenzo Maria Colombo

Un gruppo di volontari valsesiani a Roma
il MONTE ROSA

La Croce Rossa e Papa Francesco, i volontari dalla Valsesia a Roma

Redazione

il MONTE ROSA

Borgosesia punta sul robot ortopedico e attirerà pazienti anche da fuori regione

Roberto Conti