Condividi su

“Sintonie. Il Coraggio di essere liberi” è il titolo del Festival socio culturale, con arte, musica e danza, organizzata dalla Fondazione “Apri le Braccia”, che si svolgerà fino a sabato 16 marzo nel Castello.
La manifestazione, che vede la partecipazione di tantissimi ospiti, tra cui volti molto noti dello spettacolo e della cultura, è promuovere una più ampia conoscenza dei diritti umani fondamentali, favorire momenti di aggregazione ed integrazione, al fine di combattere qualsiasi forma di discriminazione. Il filo conduttore di tutti gli eventi è il coraggio di superare i pregiudizi, di chiedere aiuto, di vincere la paura, di esprimere le proprie idee, di essere sé stessi.

Le persone disabili saranno protagoniste dell’evento attraverso la scultura, la musica, la danza, i cortometraggi. Sintonie è un evento finanziato dal Ministero del Lavoro, dalla Regione Piemonte, dalla Fondazione CRT, dalla Fondazione Cariplo, dalla Banca Intesa Sanpaolo e dalla Fondazione della Banca Popolare di Novara. L’evento è Patrocinato dal Ministero della Cultura. Si è iniziato, con Katia Follesa, attrice e conduttrice televisiva e Marco Maccarini, presentatore e autore televisivo, che, come vecchi amici, dialogheranno in un viaggio attraverso i ricordi e l’ironia.

Venerdì 15 marzo, la giornata è scandita da tre appuntamenti. Alle 11, alla Sala Neogotica, Vito Mancuso, presenta il suo libro “Il coraggio di essere liberi”. Filosofo, docente presso il master di Meditazione e Neuroscienze dell’Università di Udine ed editorialista della Stampa, Mancuso in questo testo affronta il problema della libertà interrogandosi sull’essere liberi come condizione dell’esistenza reale. Alle 19, nelle Sale Sud del Castello, si svolgerà l’inaugurazione della mostra “Tracce Condivise”, frutto dell’interazione creativa tra l’artista Tiziano Ronchi e i ragazzi della “Fondazione Apri le Braccia”.
Alle 21, di nuovo presso la Sala Neogotica, Licia Colò, conduttrice televisiva, nota al grande pubblico per programmi come “Geo e Geo” e “Alle falde del Kilimangiaro”, in dialogo con Tiziano Ronchi, attraverso diari di viaggio e storie vissute in prima persona, coinvolgerà il pubblico nelle esperienze che hanno cambiato le loro vite. Seguirà, alle ore 22, la sezione dedicata al Cinefestival, nell’ambito della quale si svolgeranno le proiezioni e la premiazione dei migliori cortometraggi.

La serata di sabato 16 marzo si apre alle 21, nella Sala Neogotica, con Serena Dandini, conduttrice televisiva, scrittrice e autrice di programmi cult come “La TV delle ragazze” su Rai Tre, che presenta il suo libro “La vendetta delle Muse”. Alle 22, seguirà il concerto di “Carmen e les papillons”. Domenica 17 marzo, nel Quadriportico del Castello, si svolgerà l’inaugurazione dell’opera “Circolarità”, realizzata a cura dell’artista Paolo Lo Giudice coadiuvato dai ragazzi del Centro Diurno, utilizzando cerchi di biciclette usate e recuperate dalla Riciclofficina che opera presso la Fondazione “Apri le Braccia”.

Inoltre in collaborazione con Grazia Simeone, ambasciatrice del “Terzo Paradiso”, verranno esposte le opere ispirate al simbolo del grande artista Michelangelo Pistoletto realizzate da numerose scuole ed associazioni del territorio. Alle 16,30 la performance di danza “Ensemble Artessenziale Danza”, composta da 18 danzatori, tra cui alcuni con diverse abilità, concluderà la manifestazione.

L’articolo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 8 marzo. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

lasciti testamentari fondazione comunitaria novarese
l'AZIONE

Lasciti testamentari solidali, la campagna della Fondazione Comunità Novarese

Luca Brigada

autostrada
l'AZIONE

Nel 2024 tariffe autostradali ancora più costose che penalizzano Novara

Roberto Conti