Condividi su

Tornano gli appuntamenti “Tra Museo e Territorio”, frutto della sinergia tra Palazzo dei Musei, le diverse istituzioni culturali varallesi che fanno rete anche attraverso questi appuntamenti divulgativi, e la Società Valsesiana di Cultura: la novità di quest’anno è l’entrata nella “cordata” della Riserva Sacro Monte e della Biblioteca Civica “Farinone-Centa” di Varallo.

Il primo appuntamento del nutrito programma 2023 è stato ospitato alla Casina d’Adda al Sacro Monte, relatore Lorenzo Fecchio, giovane ricercatore, che ha già al suo attivo importanti pubblicazioni. Il tema scelto riguardava il “cantiere del Sacro Monte di Varallo” nel trentennio tra 1560 e 1590, quando il fabbricere Giacomo D’Adda chiese al maggior architetto dell’epoca, il perugino Galeazzo Alessi, che stava lavorando nell’Italia settentrionale a Genova e a Milano, di realizzare un progetto per il Sacro Monte, che era stato fondato sessant’anni prima da padre Bernardino Caimi sull’altura che sovrastava Varallo e riproduceva in modo topo-mimetico i luoghi di Terrasanta, difficilmente raggiungibili dai pellegrini poiché sotto il dominio mamelucco.

Al termine Marinella Mazzone ha proposto di ospitare a Casa Turcotti un ulteriore incontro con Lorenzo Fecchio, dopo la chiusura del ciclo “Tra Museo e territorio”, per approfondire ulteriormente un argomento tanto originale e interessante.

L’articolo e altre notizie dal territorio sul nostro settimanale in edicola e online venerdì 21 aprile

Condividi su

Leggi anche

il MONTE ROSA

L’Ensemble Triacamusicale va in trasferta nelle Fiandre

Redazione

il MONTE ROSA

Romagnano al Monte Calvario porta in scena il Venerdì Santo

Redazione

Alessandro Carini
il MONTE ROSA

Carini riconfermato sindaco a Romagnano con oltre il 60% dei voti

Redazione

La squadra di Beatrice dopo la vittoria
il MONTE ROSA

Roberto Beatrice diventa sindaco a Grignasco con solo 43 voti di vantaggio su Bui

Redazione