Condividi su

Una mattinata di studi – sabato 27 aprile a partire dalle 10 all’oratorio di Domodossola – e un’antologia con un’ampia selezione degli scritti tratti dal suo diario. Sono le due iniziative proposte in questi giorni dalla diocesi, in vista della beatificazione di don Giuseppe Rossi, il prossimo 26 maggio in cattedrale a Novara.

Il convegno a Domodossola

Saranno due i protagonisti al centro del convegno di questo sabato a Domodossola, che vedrà le conclusioni affidate al vescovo Franco Giulio: da un lato il contesto storico e sociale nel quale il terribile omicidio è avvenuto e dall’altro la figura del sacerdote martirizzato a Castiglione Ossola nel 1945. Pier Antonio Ragozza, ricercatore di storia militare, presenterà la situazione dell’Ossola dall’armistizio fino alla liberazione e don Cesare Silva, docente di Storia della Chiesa contemporanea dell’Istituto superiore di Scienze religiose di Novara, interverrà sul tema “Tra Fascismo e Resistenza: l’impegno della Chiesa novarese”. La postulatrice della causa, Francesca Consolini, traccerà il profilo biografico di don Rossi, mettendone in luce le virtù eroiche e mostrarne poi il martirio. Infine, padre Marco Canali, delegato vescovile per la causa di canonizzazione, ne indagherà la figura presentandone le pagine del diario spirituale.

L’antologia dei suoi scritti

Proprio al diario di don Rossi – due quaderni scritti tra il ’43 e il ’45 – è dedicata “Tu ci rialzi con la tua mano”, antologia a cura di padre Canali, disponibile per il download gratuito in formato Pdf e ePub su diocesinovara.it.

«Nonostante la sua riservatezza caratteriale – spiega padre Canali – conserviamo un numero discreto di scritti di don Giuseppe, che ci aprono una finestra importante sulla sua poliedrica capacità di esprimere la vita quotidiana come “un quadro a vari colori e dalle molteplici sfumature”». Una quotidianità raccontata attraverso le sue parole e offerta al lettore in un’opera immaginata come «una sorta di piccolo breviario, da cui attingere quella sapienza che profuma di Vangelo come le “viole nelle mani dei bimbi”, come scriveva». I brani sono proposti non in ordine cronologico, ma riorganizzati in cinque sezioni, suddivisi in base al tema affrontato, per consentirne l’uso anche in parrocchia, in un contesto liturgico o di approfondimento.

«L’augurio – aggiunge il curatore – è che questi suoi scritti portino frutto in coloro che li leggono e li meditano, facendo maturare in loro, per dirlo con il Vangelo alla mano, quel granellino di senape che, pur essendo “il più piccolo di tutti i semi che sono sul terreno cresce e diventa più grande di tutte le piante dell’orto”».

Per preparare la beatificazione

Sul sito diocesinovara.it, nella sezione dedicata alla beatificazione, sono presenti anche altri materiali per preparare la beatificazione nelle comunità e personalmente: il monologo che lo scrittore vincitore dello Strega Ragazzi Alessandro Barbaglia ha tenuto alla Veglia delle Palme dei Giovani a Borgosesia, una canzone realizzata dai professori e dagli alunni della scuola media “Don Rossi” di Varallo Pombia, i messaggi del vescovo Franco Giulio. Nelle prossime settimane la sezione sarà ampliata con altre risorse multimediali.

L’articolo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 26 aprile. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

Diocesi

Dalla diocesi di Novara a Roma per il Giubileo: le date, il programma e i costi

Sara Sturmhoevel

Diocesi

Campi scuola diocesani, insieme per creare casa

Redazione