Condividi su

Un appuntamento a cavallo tra la Giornata per la Vita e quella del Malato, con al centro il tema della salute del nascituro e del neonato. È quello che propone l’associazione Difendere la Vita con Maria – presieduta dal sacerdote novarese don Maurizio Gagliardini -, in collaborazione con Mary For Life, venerdì 10 febbraio alo Sheraton Milan San Siro (via Caldera 3).

Una rete a supporto delle famiglie

«I continui progressi della medicina perinatale – spiega don Gagliardini – permettono oggi di risolvere patologie che un tempo venivano definite incompatibili con la vita. Le specializzazioni mediche chiamate in gioco sono spesso tra loro distanti. Serve quindi dare vita ad una rete che consenta alle famiglie, indirizzandole verso i luoghi di cura più adatti». Un’esigenza raccolta dall’associazione che da oltre vent’anni è impegnata nella promozione della cultura della vita e che dal 2015 ha dato vita al progetto “Fede e terapia”, per l’accompagnamento di donne e di coppie che hanno vissuto il dramma dell’interruzione di gravidanza.

L’obiettivo: un osservatorio permanente per le malattie perinatali

È proprio per rispondere a questo bisogno, che l’associazione difendere la vita con Maria e Mary for Life stanno lavorando alla creazione di un Osservatorio Permanente sulle malattie perinatali, con la finalità di costituire una rete di immediato utilizzo, a servizio delle famiglie e delle strutture sanitarie in Italia e nel mondo. «In accordo con l’arcidiocesi di Milano – spiega ancora Gagliardini – vorremmo intitolare l’osservatorio a santa Gianna Beretta Molla, nel contesto delle celebrazioni per il centenario della nascita». Il convegno del 10 febbraio sarà, quindi, un primo passo in questa direzione.

L’appuntamento del 10 febbraio a Milano

L’appuntamento è organizzato con il patrocinio dell’Ufficio della Pastorale della Salute della Conferenza Episcopale Italiana.

Il programma prevede nella sessione mattutina le relazioni medico scientifiche e nella sessione pomeridiana la Tavola Rotonda moderata da Francesco Ognibene, caporedattore del quotidiano Avvenire, che sarà introdotta dall’Arcivescovo di Milano, Sua Eccellenza Mons. Mario Delpini. Sarà possibile partecipare anche in remoto sulla piattaforma Zoom.

Per iscriversi cliccare qui

Condividi su

Leggi anche

Immagine di jcomp su Freepik
In Primo Piano

Un camp senza social e lontani dal mondo web, la proposta di Fondazione Carolina

Redazione