Condividi su

Contro ogni pronostico, Matteo Nalin conquista la medaglia d’argento a Cipro nel Wakesurf. Non che ci fossero dubbi sulle qualità del classe 2005 di Borgosesia ma la competizione lo vedeva affrontare atleti decisamente più esperti.
“Il mio intento era partecipare a questa gara internazionale – racconta Matto – . L’emozione è stata tantissima, sono andato lì solo per provare a vedere il livello che c’è in altri parti mondo. Pratico questo sport da pochi anni ed essere arrivato secondo è meraviglioso sono supercontento”. I concorrenti era divisi in due macro categorie, Professional e Amateur, a loro volta suddivise in Junior (minori di 15 anni), Open men (tra i 15 e i 45 anni) e Master men (sopra i 45 anni). “Facevo parte degli Open men – conviene l’atleta valsesiano – Mi confrontavo con ragazzi più grandi di me. La media era 25/30 anni. Sono davvero felice di quanto sono riuscito a fare”.
La sua avventura nel Wakesurf inizia quasi per caso: “Mio padre vive a Orta e durante le vacanze estive sono sempre lì. Nel tempo ho provato le varie attività che il lago offre. Due anni fa, ho sperimentato questo sport ed è stato amore a prima vista. Mi sono appassionato da subito e ho iniziato a frequentare costantemente gli allenamenti”. Alle spalle un duro lavoro soprattutto in estate: “Quando mi alleno tutte le mattine dalle 9 alle 10, poi se avanza tempo mi preparo anche nel pomeriggio. Do una manco anche al mio allenatore, Andrea Buscaglia, durante le lezioni”. Qual è la caratteristica di questo sport? “Il fatto che le onde siano create da barche specializzate. Si formano onde enormi e l’atleta con il surf le affronta e deve compiere delle evoluzioni. E’ una specialità che richiede attenzione, concentrazione, equilibrio e un’adeguata preparazione”. Studente dell’agrario Bonfantini di Romagnano Sesia ha un sogno relativo al Wakesurf: “Vorrei che questo sport prendesse sempre più piede, es

Condividi su

Leggi anche

bici montagna
il MONTE ROSA

Le Salite della leggenda in bici a Prato Sesia arrivano all’edizione numero 10

Redazione

L'Alpe Devero in inverno - roberto marinello, CC BY-SA 2.0 , via Wikimedia Commons
il MONTE ROSA

Alpe Devero: la ciaspolata e scialpinismo del Club Alpino di Borgosesia

Redazione

Immagine di jcomp su Freepik
il MONTE ROSA

Le borse di studio Aldo Pagani agli studenti dell’Ipsia Magni

Redazione

valsesia
il MONTE ROSA

Gioco di squadra per finanziare i progetti di sviluppo territoriale

Redazione