Condividi su

Anche la Centrale operativa del 118 tema dei laboratori promossi dal progetto “All inclusive a Novara e dintorni tutti uguali tutti diversi“, promosso dalle associazioni Concentrici e Sbulloniamo Insieme, a Novara e nel Novarese.

Il Servizio Emergenza Territoriale 118–Azienda Zero e il Coordinamento Emergenza Territoriale dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara collaborano, infatti, attivamente al progetto.

L’iniziativa, rivolta alle classi quinte della scuola primaria e alle terze della scuola secondaria di primo grado, ha origine nella prosecuzione di “Ballincantiamoci”, un evento organizzato lo scorso giugno da varie associazioni novaresi del mondo del volontariato.

L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con il servizio 118, forze dell’ordine, istituzioni e alcune scuole, segnando l’unione tra due mondi: quello della disabilità e dei normodotati.

“All inclusive” si propone di estendere questa inclusività durante l’intero anno scolastico 2023-2024, attraverso laboratori creativi, di lettura, pittura e cucito, esperienze sportive, e altre attività che promuovono la condivisione e il gioco inclusivo tra tutti i ragazzi.

Saranno organizzate anche, come da noi spesso riportato, esperienze a contatto con la natura e incontri nelle scuole con il 118.

Durante uno dei laboratori, sarà presentata, come anticipato, la Centrale operativa 118 di Novara, a cui giungono le chiamate di soccorso tramite il numero unico emergenze 112.

Gli obiettivi di questa giornata includono la presentazione del numero unico di emergenza (NUE), l’educazione dei bambini e ragazzi all’intervista telefonica svolta dagli infermieri dell’Emergenza Sanitaria (118), l’invito alla collaborazione durante le manovre di primo intervento con il supporto telefonico.

Come anche l’illustrazione delle nuove tecnologie a disposizione del 118 (trasmissione dati, videochiamate, flagMii, ecc.), la sensibilizzazione al muto aiuto e il corretto utilizzo delle risorse territoriali.

«Questa iniziativa – afferma il direttore della Struttura Emergenza sanitaria territorioale 118 dell’ospedale Maggiore, il dottor Roberto Gioachin – si realizza grazie al coinvolgimento attivo dei partecipanti e valorizza il lavoro di rete per creare e rafforzare la collaborazione tra diverse realtà, istituzioni e associazioni. Il personale sanitario in servizio alla Centrale Operativa 118 contribuisce in modo significativo a questa sinergia, con la propria esperienza e impegno nella sensibilizzazione agli eventi e valorizza ulteriormente il progetto

Condividi su

Leggi anche

Donne
l'AZIONE

“Donne che si raccontano” al Broletto a Novara. Interverrà anche il vescovo

Monica Curino

Sbarazzo torna a Novara
l'AZIONE

Nel week end torna a Novara “Lo Sbarazzo”

Marco Cito

Cassiopea
l'AZIONE

Cassiopea e Concentrici, associazioni di Novara, insieme per insegnare l’inclusione ai ragazzi

Monica Curino

l'AZIONE

L’affaire Tortora visto da Sebastiano Vassalli

Fabrizio Frattini