Condividi su

Una tavola rotonda per far conoscere l’innovazione nell’architettura di Alessandro Antonelli. Questa è la proposta del Laboratorio Antonelliano “Andare oltre… L’innovazione in Alessandro Antonelli”. L’incontro sarà un’occasione per valorizzare la figura e l’opera dell’architetto novarese, fa parte del percorso “Io ti amo Alessandro Antonelli”, ed è organizzato da Fondazione Novara Sviluppo con il Comitato d’Amore per Casa Bossi.

L’appuntamento è per venerdì 17 marzo dalle ore 17 alle 19 nella Sala Pagani della Fondazione Novara Sviluppo in via Bovio 6 a Novara (nel quartiere di Sant’Agabio). 

Apriranno l’incontro l’architetto Simona Pruno, vicepresidente della Fondazione Novara Sviluppo e l’architetto Roberto Tognetti, presidente del Comitato d’Amore di Casa Bossi. Interverranno poi cultori ed esperti che parleranno degli aspetti più innovativi sperimentati dall’architetto Alessandro Antonelli nelle sue opere: Prof. Arch. Marco Zerbinatti, Arch. Piero Poggia, Arch. Lorenzo Pedicone, Arch. Guido Peagno, Arch. Paolo Mira, Arch. Giovanni Gramegna, Arch. Roberto De Giorgi, Arch. Sandro Callerio, Arch. Franco Bordino, Arch. Pier Luigi Benato, Arch. Chiara Alberghina, Arch. Paolo Abelli. A conclusione sarà offerto un aperitivo. 

L’incontro sull’architetto della cupola sarà moderato dall’architetto Lucia Ferraris, presidente dell’Ordine degli Architetti di Novara e Vco che patrocina l’evento. La partecipazione consente ai professionisti di ottenere 2 crediti formativi. 

L’ingresso è libero, aperto a tutti e gratuito, per segnalare la propria presenza e avere informazioni si può mandare una mail a [email protected] o telefonare al numero 0321/697174. 

Condividi su

Leggi anche

Abc
l'AZIONE

Abc Dono nelle scuole del Novarese: festa finale il 4 maggio con AbcDay

Monica Curino

Rigutini
l'AZIONE

Rigutini: alla scuola primaria di Novara corridoi dedicati all’inclusione e all’accoglienza

Monica Curino

Accensione del riscaldamento a Novara prorogato fino al 12 aprile
l'AZIONE

Novara: riscaldamento, consentita l’accessione per 7 ore al giorno

Marco Cito

Mangiare insetti rappresenterebbe un "ritorno al passato"
l'AZIONE

Mangiare insetti sarebbe un “ritorno al passato”

Gianfranco Quaglia