Condividi su

Il Consiglio Comunale ha approvato il Documento Unico di Programmazione per il triennio 2023-2025 e il bilancio di previsione per l’anno 2023. I 9 voti consiglieri di maggioranza si sono dichiarati favorevoli mentre i 6 dell’opposizione – Alberto Cantone, Emanuele Zuin, Letizia Gatti, Susanna Garzulano, Irene Celeste Perucelli e Flora Ugazio – hanno espresso voto contario.

Il documento, che è stato dettagliatamente illustrato dall’assessore Daniela Monfroglio, pareggia per l’anno in corso in euro 19.009.108,18 mediante l’utilizzo di una quota del presunto avanzo di amministrazione dell’esercizio 2022 di euro 629.494,00.

Monfroglio, dopo aver premesso che il termine dell’approvazione del bilancio previsione è stato prorogato al 30 aprile prossimo dalla legge 197/2022, ha ricordato che una delle novità previste è la possibilità o meno di rottamare o stralciare interessi e sanzioni sui crediti vantati dal comune entro i mille euro, ipotesi che il Comune di Galliate ha disposto di non applicare con delibera di Consiglio del gennaio scorso.

Il rincaro del costo delle utenze dovuto alla crisi energetica in atto è stato finanziato con una quota parte dell’avanzo accantonato per 158.200 euro in attesa di conoscere le somme che verranno ripartite dallo stato a sostegno degli enti locali. Nella prospettiva di una pronta ripresa economica, l’amministrazione comunale ha confermato l’intento di proseguire nel sostegno a famiglie e imprese compatibilmente con le risorse a disposizione e nel contenimento delle spese, anche alla luce dei recenti sviluppi in materia di rincari dei servizi e dei costi delle materie prime.

Il servizio integrale sul nostro settimanale pubblicato venerdì 14 aprile, in edicola o online.

Condividi su

Leggi anche

l'AZIONE

Tra emozione e studio, maturità verso l’orale. Parlano gli studenti del novarese e borgomanerese

Redazione

Diocesi
l'AZIONE

Don Agliati e don Formisano coadiutori alla Madonna Pellegrina e a Galliate

Andrea Gilardoni