Condividi su

Messa di Pasqua anche per la comunità ucraina che vive a Domodossola e nelle valli. La celebrazione si è infatti tenuta nella cappella dell’ospedale ed è stata presieduta da padre Vasyl Filysk.

Secondo la tradizione ucraina le donne hanno portato per la benedizione un cesto decorato, contenente cibo da mangiare il giorno di Pasqua: uova decorate, formaggi, salumi, pane tipico, colombe e altri dolci; oltre una candela che è stata accesa prima della benedizione.

Il rito è avvenuto sul sagrato della cappella dell’ospedale da parte del Padre ucraino al termine della messa. Sono poi seguiti dei canti tradizionali.

La decisione di celebrare prima Pasqua

La comunità ucraina ha scelto di celebrare la Pasqua il 9 invece del 16 aprile, come loro tradizione, per vivere le feste cristiane in comunione con Papa Francesco e il popolo europeo. «Anche in questi momenti drammatici Cristo – ha detto padre Vasyl – è sempre con noi. Sono arrivato per la messa e per benedire i cestini della Pasqua per il nostro popolo. Grazie all’aiuto degli italiani».  Il sacerdote nel rito della benedizione ha invitato alla speranza e augurato una «Santa Pasqua a tutti».

Questo e altri servizi disponibili a partire da venerdì 14 aprile, sul cartaceo in edicola o online.

Condividi su

Leggi anche

Diocesi
il SEMPIONE

Don Giuseppe Rossi, il ricordo del parroco martire e la gioia per la beatificazione

Redazione