Condividi su

A Novara dal 5 maggio sarà possibile visitare un’importante ed inedita, per la città, mostra bibliografica. Si tratta di “Senza fatica e senza occhiali”, un progetto che consentirà di vedere alcuni dei primissimi libri a stampa, i cosiddetti incunaboli, della Biblioteca Negroni.

L’iniziativa, promossa dal Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Torino e del Dipartimento SAGAS dell’Università degli Studi di Firenze, con il sostegno economico del MIC-Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore e con la collaborazione del Centro Novarese di Studi Letterari, metterà in evidenza esemplari unici in Italia e addirittura al mondo.

“Ci piace pensare che, grazie alla ricerca nelle digital humanities e grazie all’editoria e al mondo dei libri, ieri come oggi – commenta il Sindaco Alessandro Canelli – tutti noi possiamo essere cittadini più consapevoli, informati e responsabili. E su questo, nell’odierna società della conoscenza, le biblioteche contemporanee, naturale luogo di accesso all’informazione e di conservazione e valorizzazione dell’eredità culturale, giocano un ruolo fondamentale al servizio delle comunità in cui operano”.

La mostra è curata da Alessandra Panzanelli (Università di Torino) e Valentina Sonzini (Università di Firenze).

Apertura della mostra il 5 maggio a Palazzo Vochieri, apertura fino al 3 giugno a ingresso gratuito. Orari e prenotazioni su [email protected]. Info 03213702800 oppure 03213702504

Condividi su

Leggi anche

Grest
l'AZIONE

Grest: prima settimana conclusa a Novara. Le proposte degli oratori

Monica Curino

Diocesi
l'AZIONE

Don Agliati e don Formisano coadiutori alla Madonna Pellegrina e a Galliate

Andrea Gilardoni

l'AZIONE

Dal 22 giugno tornano gli Streetgames a Novara

Marco Cito

Chiesa
l'AZIONE

Visita alla chiesa dell’ex ospedale psichiatrico a Novara

Monica Curino