Condividi su

Primo “week end trasformativo” per i giovani del progetto “Generation Changemaker GenC”, percorso formativo promosso da Ashoka Italia e sostenuto da Fondazione Comunità Novarese e Fondazione De Agostini.

Un progetto che punta ad attivare processi di cambiamento nella società, nella comunità, nel gruppo di pari, facendolo senza perdere mai di vista i propri desideri e valori.

In questo modo 35 ragazzi di GenC impareranno a essere cittadini protagonisti sul territorio di Novara.

Dopo il primo incontro di persona a febbraio e gli incontri formativi on line, il gruppo di giovani under 25 ha trascorso il fine settimana nella CasaVacanze Anna e Giuliana Boroli Drago, ad Armeno.

Una tre-giorni in presenza studiata per acquisire e rafforzare le competenze di ciascuno.

Fra i temi affrontati la progettazione sociale, l’analisi dei problemi, la mappatura degli stakeholder, la co-creazione di movimenti giovanili, l’impatto sociale.

I giovani di “Generation Changemaker” si sono dapprima concentrati su un viaggio alla scoperta di se stessi. Centrali in tal senso sono stati i giochi di ruolo.
La creazione di relazioni ha consentito ai partecipanti di riconoscersi come una comunità definita per appartenenza territoriale e valoriale e di conseguenza ha permesso loro di lavorare alla creazione di un progetto comune.

Le attività hanno visto in particolare l’utilizzo della peer education come strumento educativo.

I workshop, coordinati dai formatori, si sono alternati a momenti di introspezione e confronto con la partecipazione di realtà come Elios Società Cooperativa Sociale, Centro Gazza Ladra e Associazione Amici dell’Istituto Enrico Fermi.

La domenica i ragazzi hanno, poi, incontrato i rappresentanti di Fondazione Comunità Novarese onlus e Fondazione De Agostini, cui hanno posto numerose domande per scoprire il funzionamento delle Fondazioni.

Nei tre giorni si è avviato il processo che porterà i ragazzi a riportare nei loro gruppi di origine le nozioni apprese.

Condividi su

Leggi anche

In Primo Piano

Il proposito di realizzare le case “green” rischia di mettere le famiglie in ginocchio

Redazione

In Primo Piano

Le buone ragioni del voto per il futuro dell’Europa, incontro a Borgomanero

Redazione

In Primo Piano

La rigenerazione di 250 colonie ‘spiaggiate’ come enormi balene

Giovanni Campagnoli