Condividi su

Come dire ai giovani che Cristo vive e li vuole vivi? Come rendere attuale la gioia delle donne che al mattino di Pasqua, abbandonato il sepolcro, corrono a portare la buona notizia del Risorto?

Un grande evento diocesano non basta. Ma può fare qualcosa. Si ha la percezione che i giovani siano disinteressati alle “cose di fede”, a Gesù, ma forse è perché servono altri linguaggi, quelli che loro abitano, amano e usano.

Forse è il caso di prendere dal mondo quello che di buono offre e con esso evangelizzare con azioni e parole.

Non è una cosa nuova, è quello che la Chiesa ha fatto e non deve smettere di fare. Ecco allora il tentativo di provare ad evangelizzare andando oltre la predicazione usando un linguaggio che forse nel nostro territorio è poco esplorato, ma che altrove ha fatto bene e continua a fare bene a molti: la musica, con il concerto dei Reale alla Veglia delle Palme!

La musica è parte integrante della nostra esistenza, è dentro e fuori di noi, è mediata e media messaggi. Ha la capacità di percepire, ordinare, chiarire, gli eventi delle nostre vite.

E con essa il Vangelo che le tocca e le trasforma. La musica può essere una vera e propria risorsa pastorale. I Reale con le canzoni faranno proprio questo, spezzeranno con noi il Vangelo e racconteranno il loro incontro con Cristo.

Vivremo un momento di spiritualità cristiana passando da toni rock intensi e carichi di energia ad atmosfere più meditative e raccolte. Canteremo, pregheremo, incontreremo il Signore, torneremo a casa con la sua gioia.

Questa è la speranza.

Proviamoci!

Don Gianluca De Marco Direttore dell'Ufficio per la Pastorale Giovanile della Diocesi di Novara

Don Gianluca De Marco, Direttore dell’Ufficio per la Pastorale Giovanile della Diocesi di Novara

Condividi su

Leggi anche

Giuseppe Molteni, Alessandro Manzoni, olio su tela, 1835, Pinacoteca di Brera.
Editoriali

Quando Manzoni capeggiò il movimento dei “no-tav”

Raffaele Fattalini

Giuseppe Conte ed Elly Schlein
Editoriali

La questione morale separa alleati già poco convinti

Pier Luigi Tolardo

Soldati Ucraini in trincea (Foto AFP/SIR)
Editoriali

Sembra che ci stiano preparando al coinvolgimento diretto in guerra

Don Renato Sacco

(Foto Visconti)
Editoriali

Gli allevatori che non mollano anche quando lavorano in perdita

Gianfranco Quaglia