Condividi su

Un tripudio di allegria e divertimento con tante belle mascherine e maschere per il Carnevale nella bassa novarese. Assieme alle feste di Oleggio, di Novara e dei paesi dell’Ovest Ticino, le sfilate della Bassa hanno intrattenuto grandi e bambini nello scorso weekend, per il Carnevale 2023.

Ad aprire le manifestazioni gli appuntamenti di Nibbiola e Terdobbiate di sabato 18 febbraio, domenica 19 febbraio è stata la volta di Tornaco e Vespolate, martedì 21 febbraio di Garbagna Novarese. Le gallerie fotografiche delle manifestazioni sono di Emilio Alzati.

La festa a Nibbiola e Garbagna novarese

Felicissima edizione per il Carnevale in Oratorio delle parrocchie di Garbagna e Nibbiola che hanno organizzato in collaborazione con il Gruppo Alpini di Garbagna, l’Associazione dei Staff e Stuff di Nibbiola e la Pro Loco Pro Garbagna.

A Nibbiola tante festose mascherine hanno sfilato sabato mattina, 18 febbraio, da Casa Bozzola Muttini per le vie del paesi per poi proseguire con il pranzo in oratorio. 

A Garbagna il pranzo in oratorio si è tenuto domenica 19 febbraio, con piatto principale il bollito. La festa è proseguita nel pomeriggio del martedì grasso, 21 febbraio, con una allegra e colorata la sfilata di maschere e tante vivaci mascherine. La sfilata è partita dalla chiesa di Madonna di Campagna, dopo gli omaggi resi a Re Risino e alla consorte Regina Risina, la sfilata ha raggiunto la parrocchia e il pomeriggio è trascorso in allegria con tanti giochi, molte chiacchiere e dolci sorprese.

A guidare con brio tutto l’evento è stato il parroco don Diego Lauretta, anche lui mascherato. Momento clou è stata la consegna delle chiavi del paese dal sindaco Fabiano Trevisan a Re Risino e Regina Risina, impersonate rispettivamente dai garbagnesi Christian Pedratscher e Ilaria Gasperini, con tanto di firma dell’editto di proclamazione e un simpatico dialogo.

Gonfiabili e frittelle a Terdobbiate

Giovani e bambini protagonisti del Carnevale a Terdobbiate soddisfazione per i volontari della PPro Loco “Il Castello” che, con la presidente, Simona Marzana, sono stati gli organizzatori del tradizionale Carnevale. I carri, presenti anche quelli della Pro Loco di Vespolate con il suo presidente Paolo Ramella, hanno sfilato con tante belle mascherine lungo le vie del paese.

Poi in Piazza Castello il divertimento con giochi gonfiabili per i bambini, la sfida della cuccagna e il rinfresco con chiacchiere e frittelle a volontà. Venerdì sera, 17 febbraio, è stata un successo anche cena alla Trattoria La Cicogna allietata da musica con karaoke. Terdobbiate soddisfazione per i volontari della che, con la presidente, Simona Marzana, sono stati gli organizzatori del tradizionale Carnevale.

I carri, presenti anche quelli della Pro Loco di Vespolate con il suo presidente Paolo Ramella, hanno sfilato con tante belle mascherine lungo le vie del paese.

Poi in Piazza Castello il divertimento con giochi gonfiabili per i bambini, la sfida della cuccagna e il rinfresco con chiacchiere e frittelle a volontà. Venerdì sera 17 febbraio cena alla Trattoria La cicogna con musica con karaoke.

La 35° edizione del Carnevale a Tornaco

A Tornaco è stata un successo la trentacinquesima edizione del Carnevale Tornacese. La manifestazione, organizzata dal Comune con la Biblioteca e la Pro Loco “I fontanili” di Tornaco con Vignarello, ha visto in Piazza Libertà la consegna delle chiavi del paese dal sindaco, Giovanni Caldarelli, a Re Malgash e Regina Mapa ad melga, impersonate da Luigi Sempio e Michela Cattaneo.

Poi sfilata di maschere e mascherine per le vie del paese, e a seguire in piazza per i bambini il presidente della biblioteca, Christian Scinaldi, che per l’occasione ha vestito i panni di Dante Alighieri, ha condotto i giochi a tema da lui ideati che insieme ai balli di gruppo hanno vivacizzato il pomeriggio.

Per gli adulti sottoscrizione a premi, con sorprese e regali.

A cura della Pro Loco, presente con il suo presidente Walter Rossi, chiacchiere, dolci e cioccolata per tutti, e a cura di “Immagine Cri” il truccabimbi. Come consuetudine a conclusione è stato bruciato il fantoccio del Carnevale.

La sfilata dei carri a Vespolate

A Vespolate è tornato il “Carnevale Vespolino” organizzato dalla locale Pro Loco che ha realizzato tre carri. Fiori e api in omaggio all’ambiente, la famiglia Adams con le scritte realizzate da Anna Colombo e con tanto di sedia elettrica, il mondo della Disney con le decorazioni realizzate da Giovanna Mocchetto sono stati i temi dei tre carri allegorici che hanno portato in sfilata le allegre mascherine.

Presente anche, immancabilmente, l’ape car di Franceschino e del Campo Volo “Gianni Cerutti Fly” agghindato a tema per l’occasione come sempre da Francesco Gallesi. Le tante belle mascherine e maschere e tutti i partecipanti hanno fatto festa in piazza dove sono giunte dopo la sfilata lungo Via Tonale, Via Cantù e Corso Cavour. Il sindaco Davide Molinari ha consegnato le chiavi al Panscia Rusa accompagnato dalla consorte Bela Giplon, impersonati da Marco Groppi e Doris Muletti

La musica di Thomas Pasquino, in arte Dj Tojko S.T.K. e le esibizioni dei Los Autenticos, Gruppo di murga folklore argentino, hanno animato il pomeriggio. Allo stand gastronomico della Pro Loco panini con salamella, patatine fritte e chiacchiere. Ha partecipato anche la Pro Loco “Il Castello” di Terdobbiate con un suo carro, contraccambiando la presenza della Pro Loco di Vespolate al loro Carnevale.

Condividi su

Leggi anche

Bottega
l'AZIONE

La Bottega Sociale dell’Orto della Bicocca ha aperto a Novara

Monica Curino

Novara-Legnago 2 a 0
l'AZIONE

Il Novara torna al successo: superato 2 a 0 il Legnago

Marco Cito

Vuelta a Novara
l'AZIONE

La Vuelta de España a Novara dopo la tappa del Giro d’Italia?

Marco Cito

Il Timone
l'AZIONE

I ragazzi speciali de “Il Timone” protagonisti di una mostra a Novara

Monica Curino