Condividi su

Favorito dalla splendida giornata quasi primaverile, domenica 19 febbraio scorso è stato festeggiato il cinquantesimo del carnevale di Galliate, uno degli appuntamenti più attesi del Carnevale del novarese, assieme a quelli di Novara, di Oleggio e della Bassa Novarese.

Tanti gli spettatori che hanno fatto ala sui viali al passaggio della lunga carovana festante, fino al gran finale in piazza Vittorio Veneto, in un tripudio di coriandoli e stelle filanti. Un ritorno alla normalità alla grande, dopo tre anni di attesa.

Ad aprire il colorato corteo la Matai Band della Verde Azzurra, che precedeva il carro dell’Oratorio con i personaggi di Toy Story e il suo gruppo mascherato.

Seguivano il gruppo del Noi Come Voi con i suoi utenti, il Gruppo Folkloristico Manghin e Manghina che si è esibito lungo il percorso nei suoi tradizionali balletti e il carro delle due maschere galliatesi, Manghin e Manghina.

Nel pomeriggio di martedì 21 febbraio, ultimo giorno di carnevale, in una Sala Don Manfredda gremita, si è svolto per la gioia dei bambini il super spettacolo animato del clown giocoliere Francesco seguito in oratorio da una gustosa merenda offerta a tutte le mascherine presenti.

Un grazie speciale va alla Pro Loco Galliate, organizzatrice dell’evento unitamente al Comitato del carnevale e a tutti i volontari che si sono prodigati nell’allestimento dei carri, dei costumi e nel preparare le coreografie, portando una ventata di normalità tra la gente che aveva tanta voglia di divertirsi un po’.

L’articolo e la galleria fotografica sul nostro settimanale in edicola venerdì 24 febbraio e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

l’ECO DI GALLIATE

L’arte porta il Galliatese Alessandro Vinci, nella lista degli imprenditori Under 30 di Forbes

Redazione

Diocesi
l'AZIONE

La Chiesa novarese in festa per Beniamino e Vincenzo, nuovi sacerdoti

Andrea Gilardoni